Chiariello: “Gattuso al centro del progetto, il Napoli adesso si diverte” | VIDEO

Editoriale Chiariello | Il Napoli esce vittorioso dallo stadio San Paolo. La squadra di Gattuso ha battuto la Spal con un netto 3 a 1, grazie alle reti di Mertens, Callejon e Younes. Quinto successo di fila in Serie A per gli azzurri che raggiungono quota 45 punti in classifica. Ora la Roma dista solo tre lunghezze, mentre rimangono 12 i punti di distacco dall’Atalanta che ha vinto in casa dell’Udinese. Umberto Chiariello, nel consueto editoriale domenicale a Campania Sport, dice la sua sul momento del club partenopeo ed elogia il mister per il lavoro mentale svolto sulla squadra.

Napoli-Spal, l’editoriale di Chiariello


Gattuso si sta consacrando al centro del progetto. Ha portato il Napoli al quinto successo consecutivo e adesso può puntare la Roma che è solo tre punti più avanti. Purtroppo però l’Atalanta continua a vincere e conserva le 12 lunghezze di vantaggio sugli azzurri. Nonostante ciò, giovedì a Bergamo, il Napoli può dimostrare di essere competitivo come già sta facendo. Tutti stanno giocando per la squadra, e ciò è dimostrato dal fatto che l’ampio turnover non sta portando il minimo scompenso, anzi. Complimenti al centrocampo di oggi: Elmas, Lobotka e Fabian Ruiz eccezionali. Lozano e Younes sembrano giocatori rigenerati, reinseriti nel progetto. Buona prestazione anche di Meret e poi, ovviamente, ci sono quei due avanti che fanno la differenza. Mertens e Insigne stanno dando spettacolo”.

“Il Napoli non sta lavorando, si sta divertendo”

NAPLES, ITALY – JUNE 28: Jose Callejon of Napoli celebrates after scoring the first goal of his team during the Serie A match between SSC Napoli and SPAL at Stadio San Paolo on June 28, 2020 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images )

“Il Napoli con questi presupposti andrà a Bergamo per capire realmente quante possibilità ha di compiere l’impresa quarto posto, e per farsi le ossa in vista della sfida di Barcellona. Questo è il giusto modo di andare avanti, poi tutto può succedere. Quando arrivò Gattuso fui il primo a storcere il naso, pensavo fosse un traghettatore. I suoi primi risultati in campionato avevano rafforzato questa mia convinzione. Credevo che, dopo anni di crescita, il progetto si fosse arenato. Ma la società ancora una volta ha risposto con i fatti acquistando i giocatori funzionali già a gennaio. Il mister calabrese, una volta assestatosi sulla panchina, ha cominciato a lavorare sulla testa e sulle gambe dei giocatori, iniziando anche a dimostrare di essere un tecnico che sa essere duttile e avveduto nella gestione della gara. Con le sue qualità si sta facendo apprezzare da tifosi e calciatori. Questi ultimi quando vedono un allenatore così coinvolto si lasciano coinvolgere a loro volta. Diceva Flaubert che, in fin dei conti, il lavoro è ancora il mezzo migliore di far passare la vita. Confucio, invece, che scegliendo il lavoro che si ama, è come se non lavorassi mai nella vita. Credo che il Napoli adesso non stia lavorando, si stia divertendo. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy