L’ex arbitro Dondarini: “Discrezionalità ineliminabile, rigore su Osimhen? Vi spiego…”

Nelle ultime settimane le polemiche per gli errori arbitrali si stanno facendo incessanti. Bologna-Napoli di ieri ci ha regalato un altro episodio abbastanza controverso: la rete annullata a Kuolibaly per tocco di mano di Osimhen viene preceduta da un fallo del difensore felsineo sul nigeriano? A dire la sua, ai microfoni di Radio Marte, è Paolo Dondarini, ex arbitro.

Dondarini sugli arbitri: “Dall’esterno alcune decisione appaiono incomprensibili”

Paolo Dondarini, ai microfoni di Radio Marte, ha detto la sua sulle ultime vicende arbitrali:

“Molto dipende ovviamente dall’arbitro e dall’addetto al VAR. L’oggettività della persona è ineliminabile, sicuramente questo è fonte di qualche polemica. Rigore al Napoli? Se avesse valutato falloso l’intervento del difensore del Bologna sì, evidentemente ha valutato solo il tocco di mano di Osimhen. Chiaro poi che rivedendo le immagini si può notare che faccia fallo di mano perché subisce un intervento. Alla fine anche il tifoso deve farsi la sua opinione, senza subire passivamente le indicazioni. La decisione chiaramente viene presa dall’arbitro ma poi ognuno si fa la propria opinione. Se fossi tifoso del Napoli direi che non è una decisione giusta perché il fallo di mano è generato da un fallo subito. Evidentemente ci si è concentrati sul tocco di mano e non sul fallo. Posso pensare che ci si sia esclusivamente concentrati su questo tipo di dettaglio. Noi non abbiamo l’audio di quello che si sono detti. Malafede o incapacità? Alla malafede non credo assolutamente, credo che gli arbitri sbaglino e a volte fanno errori comprensibili. Altre volte dall’esterno sono meno comprensibili”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy