De Laurentiis: “Osimhen avrà la 9. Adesso prima vendiamo e poi acquistiamo. A Barcellona per fare la partita”

Oggi l’annuncio ufficiale dell’arrivo di Victor Osimhen al Napoli. Domani ci sarà, invece, l’ultima sfida di campionato contro la Lazio. Una stagione complicata quella che sta terminare ed un futuro ancora incerto con la prossima tutta da definire. In particolare in merito a quali saranno gli sviluppi dell’aspetto sanitario. Temi che sono stati affrontati dallo stesso patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Di seguito quanto messo in evidenza da CalcioNapoli1926.it.

CLICCA QUI PER LE PRIME PAROLE DI OSIMHEN

De Laurentiis parla di mercato e della stagione

De Laurentiis
NAPLES, ITALY – JULY 13: The president of Napoli Calcio Aurelio De Laurentiis attends a press conference on July 13, 2020 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Osimhen? Gattuso ci teneva e lo abbiamo accontentato. Giuntoli si è mosso per tempo anche perchè dopo due giorni dall’accordo, il ragazzo ha cambiato gli agenti. Al Lille abbiamo dovuto dare 70 milioni in cinque anni più 10 di bonus. Al calciatore uno stipendio tra i 4 ed i 4,5 milioni con eventuali bonus quali quello per gol realizzati. E’ importante che un calciatore, che viene dalla Nigeria e che ha giocato in una città come Lille dove i rapporti con i tifosi sono diversi che qui a Napoli, sa rimasto affascinato. Partenope riesce ad affascinare ed acchiappare l’attenzione di chi arriva e ne rimane incantato. E questo è capitato anche a Victor. Avrà il numero 9 se vorrà.

Mercato? Adesso preoccupiamoci del Barcellona, di avere il tempo per far riposare i calciatori. Poi ci sarà la preparazione estiva in vista del campionato che spero non cominci il 12 settembre. Sarebbe pura follia in quanto non permetterebbe ai nuovi calciatori di allenarsi che si ritroverebbero non pronti. Questo sarebbe assurdo, non al servizio delle società e delle squadre. 

Barcellona? Il Napoli ci deve provare. Se lo aspetta Gattuso, se lo merita, così come i tifosi. Dobbiamo andare a fronte alta, molto distesi, non preoccupati. Dobbiamo andare a divertirci e giocare a pallone. Non si tratta di fare una partita ma ‘la partita’. 

Koulibaly? Quando si vorrà confrontare con me, io sono qui. Se saranno rose, fioriranno. 

Boga? Il Napoli deve vendere. Senza Champions ci saranno 200 milioni di euro in meno e noi eravamo partiti che dal concetto che non si sarebbe comprato senza vendere eppure abbiamo messo a segno il colpo Osimhen. Per il momento accontentiamoci poi dopo aver riposato vediamo cosa ci diranno Lega e FIGC per il nuovo campionato. Se dovessimo cominciare alla fine di settembre, inizio ottobre allora avremmo più tempo. Sia per vendere che per compare.

Diritti tv? La Lega deve produrre e commercializzare scegliendo i giusti amministratori. Questa media company si dovrà occupare del lato attrattivo assumendo tante persone. Credo si tratti della strada della maturità in cui anche le medio-piccole diventeranno più ricche di prima. Non vedo perchè dovremmo lasciare per strade tanti miliardi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy