CorSera, Colombo: “Taglio stipendi? Juventus aveva fretta, obbligata dal bilancio”

Monica Colombo, giornalista del Corriere della Sera, è intervenuta ai microfoni di Radio Punto Nuovo sulla questione del taglio stipendi della Juventus. Il club bianconero è stato il primo ad annunciare questa misura in Italia. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“La Juventus aveva l’obbligo di mettere a posto i conti in vista della trimestrale. Una mensilità e mezzo o due non saranno corrisposte, a seconda dell’evoluzione del campionato. Certo è che non si è data l’idea di un movimento compatto alla vigilia del tavolo con l’AIC, mandando quasi un segnale che non si giocherà più. Il futuro della vicenda dei diritti TV è tutto da vedere. E’ vero che hanno contratti, ma è anche vero che potrebbero avere argomenti per non versare i compensi”.

Taglio stipendi Juventus, fretta per il bilancio

“So che Messi ha appena concluso una diretta Instagram per parlare della misura dei giocatori del Barcellona. Probabilmente le nostre società avranno delle linee di pensiero l’una dall’altra, come la Lega non ha ordine contrattuale con le società, neanche l’AIC ce l’ha, non tutti i giocatori sono iscritti all’associazione. Un conto è ciò che fa oggi la Lega dicendo di sospendere i pagamenti, un conto ciò che saranno i tagli, ogni club si siederà al tavolo coi propri giocatori. L’AIC non è la CGIL, non tutti sono iscritti al sindacato. La Juventus si è portata avanti perché è una società lungimirante, ben strutturata, avendo come interlocutore Chiellini che è membro dell’AIC, ma ha avuto questa fretta anche per ordine finanziario.

Juventus Agnelli
TURIN, ITALY – OCTOBER 24: Andrea Agnelli attends a press conference after the Juventus Shareholders Meeting on October 24, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Il comunicato ufficiale del club

“Juventus Football Club S.p.A. comunica, in ragione dell’emergenza sanitaria globale attualmente in corso che sta impedendo lo svolgimento dell’attività sportiva, di aver raggiunto un’intesa con i calciatori e l’allenatore della Prima Squadra. L’accordo verte in merito ai loro compensi per la restante parte della corrente stagione sportiva.

L’intesa prevede la riduzione dei compensi per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti.

Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milioni sull’esercizio 2019/2020. Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse.

Juventus desidera ringraziare i calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy