Coronavirus Campania, il bollettino di oggi 5 giugno: nessun positivo

Coronavirus Campania – L’Unità di crisi della Protezione Civile ha reso noti i dati relativi al bollettino di oggi 5 giugno. Di seguito i numeri ed i dettagli sui tamponi effettuati:

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che nella giornata odierna sono stati esaminati complessivamente 2.918 tamponi di cui NESSUNO risultato positivo.

Questo il quadro di sintesi:

Positivi di oggi: 0
Tamponi di oggi: 2.918
Totale complessivo positivi Campania: 4.822
Totale complessivo tamponi Campania: 215.404

CLICCA QUI PER IL BOLLETTINO NAZIONALE ODIERNO

Coronavirus Campania, le parole di De Luca

le parole di De Luca

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato in occasione di una nuova conferenza stampa nel pomeriggio. Di seguito uno stralcio di quanto messo in evidenza da CalcioNapoli1926.it

“Non abbiamo alcun focolaio in Campania. Ringrazio di cuore i miei concittadini per aver rispettato le regole. Siamo la Regione che ha dato la maggiore dimostrazione di efficienza, abbiamo fatto un miracolo.

Ne approfitto per darvi una comunicazione. In questi due mesi non abbiamo fatto polemiche nei confronti di nessuno, tranne per chi non mandava le mascherine e con il Governo per i soldi che ci spettano. Le ragioni sono due. Quando vi sono problemi seri, in questo caso drammatici, bisogna puntare ai risultati. La seconda è che molti utilizzano le provocazioni continue per farsi pubblicità. Anche a Napoli c’è qualcuno che è una nullità. Più che un problema politico rappresenta un problema psichiatrico. In questi due mesi abbiamo già fatto sei querele per diffamazione. Non ne abbiamo parlato e non ne parleremo, ma quando vediamo qualche ‘porcheria’ sugli organi di stampa arriva la querela per diffamazione.

Lunedì scorso c’è stata una trasmissionaccia. È stata un’aggressione mediatica, faremo una doppia denuncia sia sul piano penale che civile. In ogni paese civile del mondo un sedicente giornalista che dà un’informazione falsa riguardo l’ASL sarebbe cacciato. Qui si confonde il giornalismo d’inchiesta con la violenza privata o cafoneria”.

CLICCA QUI PER LE DICHIARAZIONI COMPLETE DI DE LUCA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy