Coronavirus Campania, il bollettino della Regione di oggi 17 settembre

Bollettino 17 settembre | L’Unità di crisi della Regione Campania ha diramato da poco il bollettino odierno dei casi di Coronavirus. Aggiornato il numero dei casi positivi, dei guariti e dei deceduti. I dati sono stati raccolti nelle ultime 24 ore sul territorio regionale.

CLICCA QUI PER I DATI DI IERI!

Coronavirus Campania, il bollettino della Regione di oggi 17 settembre

Positivi del giorno195 (*)
Tamponi del giorno: 8.473
Totale positivi: 9.732
Totale tamponi: 520.008
​Deceduti del giorno: 3
Totale deceduti: 455
Guariti del giorno: 82
Totale guariti: 4.970 (di cui 4.966 completamente guariti e 4 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).
* Di cui 21 casi di rientro o connessi ad essi

 

De Luca: “Acquistati 4 milioni di vaccini contro l’influenza”

“Abbiamo già acquistato i vaccini antinfluenzali per 4 milioni di campani. Primi in Italia. Mentre la Lombardia sta ancora prenotando il farmaco richiesto in Francia”. Lo ha detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca a margine della visita a Lettere (Napoli) per l’inaugurazione del museo nel Castello cinquecentesco restaurato.


Covid: da Napoli appello per la ripartenza delle discoteche

(ANSA) – NAPOLI, 16 SET – Una significativa rappresentanza di imprenditori, dj e lavoratori del night clubbing campano si è ritrovata al Joia per discutere del futuro delle discoteche, chiuse per effetto del D.p.c.m. di inizio settembre.

Promosso da Piero Nannola, il confronto ha preso il via con l’analisi della realtà vissuta dalle sale da ballo dopo il caso Billionaire. Oltre ad evidenziare come, dati alla mano, le aziende del by night abbiano un alto tasso di occupazione giovanile e rappresentino importanti realtà imprenditoriali, gli intervenuti hanno sottolineato alcuni dati di fatto e una serie di paradossi causati dal decreto del Presidente del Consiglio.

In primis, si è fatto notare come non si sia registrato alcun focolaio di contagio all’interno delle discoteche campane.
Subito dopo, è stato puntato l’indice sul proliferare di eventi con attività di ballo all’interno di strutture private: una situazione, appunto, paradossale che penalizza quegli imprenditori del mondo della notte che hanno investito nella messa in sicurezza delle proprie strutture e ora sono costretti a stare fermi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy