Albiol sul coronavirus: “Sono risultato negativo al tampone, siamo chiusi in casa. Napoli mi manca, torneremo”

Raul Albiol

Raul Albiol, ex difensore del Napoli ora in forza al Villarreal, ha rilasciato un’intervista ai microfoni del Corriere dello Sport. Lo spagnolo si è soffermato sull’emergenza coronavirus in patria e sul rapporto con Napoli.

Albiol sull’emergenza coronavirus e su Napoli

“Italia e Spagna sono i Paesi più colpiti e in difficoltà: e sì, dobbiamo restare uniti e andare avanti mano nella mano. Tutti noi. Tutto il mondo contro questo casino. Napoli manca anche a me, a mia moglie e ai miei figli: quando questo casino finirà, perché finirà, torneremo”.

Italia e Spagna sono i Paesi maggiormente colpiti dal Covid-19. “Tante persone sono contagiate e tante sono morte. E stanno morendo. Voi siete due settimane avanti, ma ora anche qui le terapie intensive sono in sofferenza e negli ospedali mancano attrezzature, respiratori e mascherine. Attendiamo aiuti proprio come voi”.

Lei possiede una mascherina? “No. Né io, né la mia famiglia. Ma siamo chiusi in casa, speriamo al sicuro, al contrario dei medici, degli infermieri e del personale sanitario che lavora senza sosta e combatte ogni giorno per aiutare tutti noi. Per recuperare i malati, per alleviare le sofferenze di chi sta male o addirittura malissimo. Dobbiamo aiutarli e sostenerli in ogni modo possibile. Bisogna restare uniti e, ripeto, soprattutto aspettare in casa che finisca questa specie di guerra biologica: è l’unico modo per dare una mano a loro e anche alle persone più anziane e maggiormente esposte ai rischi. Personalmente non vedo i miei genitori da un mese, ma stanno bene e mi basta questo”.

Lei è stato sottoposto al test Covid-19? “Sì, e sono risultato negativo”.

Anche il Napoli, la sua amata ex, aveva ricominciato a godere di buona salute prima del blocco. “Sì, peccato, si sono fermati sul più bello. E anche in Champions avevano possibilità di superare il turno con il Barça. La squadra, la città e la gente sono nel mio cuore, è stata un’esperienza fondamentale della mia vita: andare via è stato brutto per tutti noi, però siamo convinti di essere tornati in Spagna nel momento migliore. E l’interesse del Villarreal è stato decisivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy