AIC prende posizione: “Con il Coronavirus è pericoloso giocare a calcio, ci aspettiamo la sospensione dei campionati”

L’Associazione Italiana Calciatori, con una nota resa nota dall’ANSA, ha reso nota la sua posizione sul Coronavirus. Il messaggio, indirizzato principalmente agli organi della Lega Serie A, è volto a ribadire la richiesta di sospensione dei campionati. Stando a quanto si legge, infatti, si teme per l’incolumità dei calciatori perché “è pericoloso giocare a calcio”. In una giornata rovente per le polemiche relative alle partite che di recupero del massimo campionato italiano, ora arriva l’ennesima rivendicazione. Anche alcuni calciatori come Petagna, però, si sono esposti chiedendo di pensare prima alla salute di tutti. Di seguito la nota resa nota dall’ANSA.

IL COMUNICATO DELL’AIC SUL CORONAVIRUS

Serie A

(ANSA) – ROMA, 08 MAR – “I campionati vanno fermati. Il segnale che le istituzioni sportive danno è pessimo. È pericoloso viaggiare da e per le zone rosse, è pericoloso giocare a calcio, è pericoloso salutarsi. Le squadre oggi stanno purtroppo scendendo in campo per dovere nei confronti di chi non ha il coraggio di decidere che il calcio non può avere deroghe contro il coronavirus”. Così in una nota l’assocalciatori ribadisce la sua posizione in merito all’emergenza coronavirus. “Martedì ci sarà il consiglio federale – conclude l’Aic -, ci aspettiamo una cosa sola, la sospensione dei campionati fino a quando non ci saranno le condizioni per giocare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy