Condò: “Caso delle ASL che bloccano le convocazioni non è diverso da quanto accaduto in Juve-Napoli”

In giornata potrebbe arrivare il verdetto circa la vicenda Juventus-Napoli. Un evento delle ultime ore potrebbe rafforzare la tesi difensiva degli azzurri: diverse ASL sono intervenute per bloccare la convocazione in Nazionale di alcuni calciatori. Paolò Condò, nel suo consueto editoriale per La Repubblica, ha fatto il punto della situazione riguardo la vicenda.

L’editoriale di Paolo Condò

 

Coverciano
Coverciano

Paolo Condò, sull’edizione odierna de La Repubblica, ha detto la sua sulle principali vicende del calcio italiano:

“Le partite in calendario nei prossimi giorni sono ad alto rischio. L’intervento delle ASL per quanto riguarda le convocazioni dei calciatori in Nazionale non è concettualmente diverso da quanto accaduto in Juventus-Napoli. Infatti, Marotta si è subito appellato a Spadafora affinché questi provveda a ripristinare un’uniformità di trattamento. Lo stesso ct della Nazionale, Roberto Mancini, ha dovuto chiamare mezza Serie A per riuscire a mandare undici calciatori in campo. Tutto ciò non ha senso”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy