Condò: “Milan e Pioli le più belle sorprese di questa Serie A. Ibra ruba la scena”

Paolo Condò, giornalista di Sky Sport, è intervenuto ai microfoni di Milannews.it per parlare dei rossoneri e della grande stagione della squadra di Pioli. Nell’analisi della stagione della squadra di Milano il focus di Condò è andato soprattutto sull’operato dell’allenatore, davvero sorprendente.

LE PAROLE DI PAOLO CONDO’

Di seguito le parole di Paolo Condò, giornalista di Sky Sport.

“È chiaro che Ibrahimovic ruba l’occhio perché non è casuale che il decollo della squadra sia coinciso col suo arrivo. Diciamo che io ho tre giocatori in testa, anche se ce ne sarebbero anche di più. Però Theo Hernandez ha scalato le classifiche mondiali nel suo ruolo, ora è ai primissimi posti, e Donnarumma che le aveva già scalate. Quindi scelgo Theo, Ibrahimovic e Donnarumma, anche se ci sono altri giocatori che hanno scalato le classifiche mondiali nel proprio ruolo come Calhanoglu, Kessie e altri. I tre che ho citato però sono i primi che mi sono venuti in mente.

Pioli? Probabilmente è la sorpresa più bella di questo 2020 del Milan. Gazidis contatta Rangnick un anno fa dopo il 5-0 di Bergamo, quel risultato sembra la fine dell’avventura di Pioli. Il pensiero di tutti è che dopo Giampaolo sia andata male anche con lui. Invece da lì in poi Pioli ha ricostruito l’ambiente. Ha sicuramente avuto l’aiuto di Ibrahimovic, l’aiuto, che lui intelligentemente riconosce, di San Siro vuoto, che può essere uno stadio impaziente e molto pesante per i giovani, e li ha sfruttati alla grande, impiantando al Milan un sistema di gioco molto piacevole e divertente. È una squadra che fa molte partite in una, perché per esempio a Sassuolo ha giocato un primo tempo molto aggressivo con delle bellissime ripartenze in cui andava a prendere gli avversari alti, il secondo tempo invece ha giocato molto di più per gestire il vantaggio di due gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy