Cm.com – Lille in difficoltà economica per la politica del presidente

Pippo Russo, giornalista di calciomercato.com, è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo nel corso di Punto Nuovo Sport Show, per parlare del Presidente del Lille Lopez. In particolare, Russo si è soffermato sulla politica attuata dal presidente francese, che ha portato a diverse conseguenze negative, come la difficoltà finanziaria che la squadra sta avendo in questi ultimi tempi.

LE PAROLE DI PIPPO RUSSO SUL LILLE

Lille conti

Queste le parole del giornalista di calciomercato.com Pippo Russo sul presidente del Lille: “Lopez è un uomo di finanza molto avventuroso, si butta a capofitto in molti apparenti affari. Ha fatto grossi soldi vendendo SKYPE, è entrato in Formula 1, poi ha scoperto la passione per il calcio in associazione con un ex dirigente del Barcellona. I due hanno istituito un fondo acquisendo i diritti di alcuni giocatori. A partire da qui ha avviato una politica di calciomercato molto particolare, che l’ha messo in posizione di grande difficoltà finanziaria, cosa che sta non poco incidendo sul mercato del Lille”.

L’EX AGENZIA DI OSIMHEN SPIEGA IL CAMBIO DI AGENTE

Sempre ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha rilasciato un’intervista Franco Iovino, membro della Star Factory, agenzia di procura che curava gli interessi di Victor Osimhen e che stava trattando col Napoli. Il ragazzo, da oltre una settimana, ha cambiato procuratore affidandosi a William D’Avila. Di seguito le sue dichiarazioni.

“La questione D’Avila? Non si è ben capito cosa sia accaduto, forse un colpo storto di qualcuno: probabilmente i presidenti di Lille e Napoli. La trattativa è rallentata non per colpa della Star Factory, ma per il giocatore che continuava a tentennare. William D’Avila è un agente di casa al Lille. Sicuramente la società avrà consigliato ad Osimhen di lasciarci perdere e di andare con lui, gli avranno promesso soldi. Il Lille per qualche ragione voleva venderlo solo al Napoli, perché c’è un ottimo rapporto tra presidenti.

Noi non abbiamo sofferto, la Star Factory è una società tranquilla e facciamo le cose per bene, il calcio è così. Sicuramente arriveranno nuovi giocatori, al momento la mia azienda non ha nulla da rimproverarsi. Sono i club a doversi guardare allo specchio. Se Osimhen rischi qualcosa? Non so ancora come si pensa di agire. Stanno riflettendo, non so se hanno già fatto qualcosa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy