Chiariello: “De Laurentiis 2.0, serve un presidente ‘politico’ per vincere i campionati”

Il giornalista Umberto Chiariello è intervenuto sulle frequenze di Radio Punto Nuovo con il suo editoriale sul momento che vive la Serie A, tra Lega Calcio e ritorno in campo. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Oggi è morto il giornalismo italiano. Apro La Gazzetta dello Sport e trovo un attacco pesante. Andrea Di Caro chiude il suo articolo scrivendo ‘Tanto da chiedersi, come ciclicamente accade quando le istanze della A rischiano di restare lettera morta, se abbia ancora senso per la Lega serie A rimanere nella Federcalcio o se non sia più vantaggioso seguire l’esempio della Premier League che è uscita dalla Federazione inglese ed è autonoma’ una chiara minaccia a Gravina, disgustoso quello che sta accadendo. Il fatto che ci siano presidenti con così potenti cannoni mediatici, spaventa. Gli Agnelli, sono sempre stati grandi editori, con tante testate, questo pressing mediatico non l’hanno mai esercitato”.

EditoNapoli di Chiariello: “Un De Laurentiis 2.0”

De Laurentiis a tutto campo: un giorno falco, un giorno colomba, un giorno frena, un giorno attacca. Quando si tratta di soldi, gli parte l’embolo, non ne vale la pena fare muso duro con SKY. Con i calciatori sta avendo un atteggiamento prudente, ha comunicato che dovranno fare qualche sacrificio, ma sta procedendo verso i rinnovi. Potrebbe essere un De Laurentiis 2.0, per vincere i campionati c’è bisogno di un bravo presidente nella gestione e nella politica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy