“Charity Food” per Napoli, la società partenopea si schiera con i più deboli: il comunicato

Alessandro Formisano, Head of Operations SSC Napoli, lo ha annunciato oggi pomeriggio. La società partenopea, in questa emergenza, si è schierata contro i più deboli. Da oggi prende, infatti, il via una nuova iniziativa ovvero “Charity Food”. Il portale online del club ha indicato i dettagli dell’operazione in un comunicato. Rivelati sia gli enti che collaboreranno nell’indicare le famiglie che hanno più bisogno, sia gli sponsor che scenderanno in campo. Di seguito un breve stralcio delle parole della società.

Il comunicato “Charity Food”

Napoli, l'iniziativa

“La SSC Napoli scende in campo al fianco dei più deboli. In questo periodo di emergenza, non solo sanitaria, attraverso il progetto SSCN Charity, il club lancia un’iniziativa di beneficenza. Tutto a favore delle fasce più bisognose della popolazione, con l’obiettivo di assicurare la distribuzione di generi alimentari.

La Società ha stretto attorno a questo progetto alcune delle proprie aziende sponsor, operanti nel settore Food & Beverage, le quali hanno contribuito con importanti donazioni di prodotti alimentari. Complessivamente sono state raccolte oltre 32 tonnellate di generi alimentari.

In considerazione dell’elevata quantità di cibo donato, il club ha organizzato un centro di raccolta logistica, preparazione e distribuzione di pacchi, assemblati con prodotti alimentari a lunga scadenza e non deperibili.

La SSCN ha individuato con metodo un totale di 22 soggetti, operanti nel sostegno alle famiglie. Nel dettaglio si tratta di 12 associazioni locali di volontariato e 9 tra Decanati e Parrocchie della Diocesi di Napoli, che collaborano all’iniziativa, e che si occupano di destinare gli alimenti alle famiglie più disagiate del territorio. Sono state destinate uova e colombe pasquali anche al carcere minorile di Nisida”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy