Quando si torna in campo? Le possibili date di Serie A, Champions ed Europa League

Champions, Europa League e Serie A: quando si torna in campo? Il rebus dei calendari, per ora, è vincolato alle evoluzioni dell’emergenza Coronavirus nel mondo.

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, in un’intervista ai microfoni di Tutti Convocati in onda su Radio24, ha provato ad abbozzare delle date di un possibile rientro alla normalità.

“Lavoriamo sull’ipotesi di riprendere il 2 maggio. L’auspicio è quello di poter completare i campionati. Eventualmente sforando a luglio se non dovessimo farcela al 30 giugno”.

L’emergenza Coronavirus, purtroppo, non permette di fare previsioni a breve termine. La volontà, però, sarebbe quella di tornare in campo per l’inizio di maggio. Con gli Europei slittati ufficialmente al 2021 si proverebbero a portare a termine i campionati nazionali ed anche la Champions e l’Europa League. Per queste ultime due competizioni, inoltre, si starebbe valutando anche una tipologia di format del tutto eccezionale per far fronte al problema “calendario”. Alla stesura delle nuove date lavora un gruppo di 6 persone che sta cercando la soluzione più adeguata per squadre e casse. Le due massime competizioni europee per club, infatti, fruttano un tesoro non indifferente che nessuno, in questo momento, sembra disposto a voler perdere.

CHAMPIONS, EUROPA LEAGUE E SERIE A: LE POSSIBILI NUOVE DATE

Champions

Volendo iniziare ad abbozzare un possibile prospetto di ciò che avverrà, tenendo fede alle parole di Gravina, la situazione sarebbe la seguente.

  • Si torna in campo, in Serie A, nel weekend del 2 e 3 maggio
  • Data della finale di Champions: 27 giugno
  • Finale Europa League: 24/25 giugno
  • format europei verrebbero adattati: salterebbero i ritorni dei quarti e delle semifinali
  • Date disponibili fino alla fine di giugno: 7 fine settimana, 6 infrasettimanali

L’emergenza Coronavirus, però, non va sottovalutata. Al vaglio delle ipotesi, quindi, c’è anche la peggiore delle eventualità. Si tratterebbe di un ritorno in campo a giugno. A quel punto bisognerebbe trovare una soluzione per i campionati nazionali che, per ovvie ragioni, non si potrebbero disputare. In questo caso ci sarebbe da considerare l’elevato impatto critico nell’organizzazione dei calendari per le partite.

  • Si torna in campo il 13 giugno (solo per le due competizioni europee)
  • format andrebbero adattati
  • Date disponibili fino alla fine di giugno: 3 fine settimana, 2 infrasettimanali

La situazione, in ogni caso, evolve di giorno in giorno. L’auspicio è che tutto rientri nel minor breve tempo possibile e con il minor danno per il calcio, ma soprattutto per l’umanità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA: ARMANDO INNEGUALE

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy