Campania, manca solo l’ufficialità ma sarà Zona Rossa: ecco cosa si potrà fare

La Campania sarà zona rossa da quest’oggi. Ad anticiparlo è La Repubblica, che ha evidenziato i nuovi provvedimenti da parte del Governo per fronteggiare la diffusione del coronavirus in Italia. A confermarlo anche il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris:Ho sentito il Ministro Speranza, la Campania è zona rossa! Non aveva senso chiudere solo alcune strade. Servono ristori economici immediati!”. A confermare ufficialmente la decisione dovrà essere il Cts, basandosi sull’ultimo Dpcm, e il ministro Speranza. Quest’ultimo si sarà confrontato prima con le Regioni e passerà poi alla firma dell’ordinanza. I dati, infatti, sono stati da poco riferiti dall’Istituto superiore la cui cabina di regia ha monitorato con sopralluoghi e numeri le condizioni all’interno delle zone rosse. In questo articolo osserveremo quali sono le restrizioni da osservare e cosa cambierà dall’attuale zona gialla.

CAMPANIA IN ZONA ROSSA: LE RESTRIZIONI

coronavirus campania

Queste sono le attuali restrizioni per la Zona Rossa, salvo cambiamenti nelle prossime ore. Riprendiamo le parole del Premier Conte che spiegò il tutto: “Tra le misure più drastiche prese dal governo e destinate esclusivamente alle regioni inserite nelle zone rosse, c’è lo stop agli spostamenti: sono vietati anche quelli all’interno dei medesimi territori. Si potrà uscire di casa solo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. Inoltre sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabacchi, edicole e benzinai.

Chiudono anche ristoranti, bar, pub, gelaterie e pasticcerie ma si potrà proseguire con la consegna a domicilio e asporto. Stop per tutte le attività inerenti la persona e agli estetisti ma rimangono aperti i parrucchieri. Vengono sospese delle attività sportive, comprese quelle presso centri e circoli sportivi, anche se svolte all’aperto. È comunque permesso svolgere da soli attività motoria (ad esempio, corsa e passeggiate) in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherine. Consentito anche svolgere attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale. Per quanto riguarda le scuole, seconda e terza media in dad oltre alle scuole superiori e alle Università. Restano aperte le industrie, le attività legate all’artigianato, all’edilizia e ai servizi, oltre alle scuole elementari e alla prima media”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy