Ibrahimovic-Napoli, a gennaio era tutto fatto: l’addio di Ancelotti fece saltare l’affare

L’edizione odierna di Tuttosport racconta un retroscena di mercato riguardante Zlatan Ibrahimovic, risalente allo scorso mercato di gennaio

L’edizione odierna di Tuttosport racconta un retroscena di mercato riguardante Zlatan Ibrahimovic, risalente allo scorso mercato di gennaio. Secondo il quotidiano, lo svedese è stato vicinissimo a vestire la maglia del Napoli.

Ibrahimovic-Napoli, a gennaio era già tutto fatto

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Quando Rino Gattuso incontrerà Ibrahimovic, i loro ricordi da calciatori rossoneri (hanno giocato insieme due anni) si mischieranno al mercato che doveva essere e che non fu. Se Carlo Ancelotti fosse rimasto sulla panchina azzurra, il Napoli a gennaio avrebbe preso Zlatan. Con Raiola era già tutto fatto, si attendeva solo la riapertura del mercato per l’annuncio. Invece, con l’addio di Ancelotti, Ibrahimovic il 27 dicembre fu annunciato proprio dal Milan. A Gattuso servivano due centrocampisti centrali, piuttosto che un attaccante forte e dal carattere forte. Forse anche troppo e quando in uno spogliatoio ce ne sono due, basta una scintilla.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

Le parole dello svedese sulla stagione del Milan

Zlatan Ibrahimovic ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport: “Non faccio mai provocazioni, quello che dico è quello che credo. Il Milan attuale quindi per me vale Juventus, Lazio, Inter ed Atalanta. Come ho detto se fossi qua dal primo giorno sarebbe un’altra situazione. Pioli per me è un signore perché non è facile lavorare in questa situazione come sta facendo lui, però la squadra è dietro di lui. Pioli è molto simile ad Allegri, se avesse avuto la squadra di Allegri sono sicuro al 200% che avrebbe vinto lo scudetto facilmente. Rangnick non lo conosco, con tutto il rispetto ma non lo conosco. Però lui lo sa chi sono io”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy