Cessione Koulibaly, ultimatum di De Laurentiis a Ramadani: la reazione di Kalidou

Il Mattino si sofferma sulla trattativa fra Napoli e Manchester City per l’approdo di Kalidou Koulibaly al club inglese

L’edizione odierna de Il Mattino si sofferma sulla trattativa fra Napoli e Manchester City per l’approdo di Kalidou Koulibaly al club inglese. De Laurentiis ha dato un ultimatum a Ramadani: se il City non arriva con una offerta scritta ai 90 milioni che chiede il Napoli, il difensore senegalese resterà in azzurro ancora una stagione. Per la gioia di tutti, Gattuso in primis. Un po’ meno per i conti del club che hanno bisogno di una sforbiciata al monte ingaggi anche alla luce della perdita da Covid che De Laurentiis ha quantificato tra i 150 e i 200 milioni.

Cessione Koulibaly, ultimatum di De Laurentiis a Ramadani

Koulibaly
Kalidou Koulibaly (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Koulibaly è felice a Napoli, non solo per un ingaggio tra i più alti della serie A (6 milioni netti). Ha voglia di una nuova avventura, motivo che lo ha spinto a parlare con il Manchester City e a trovare un accordo (4 anni a 8,5 milioni). Ma dovesse restare non avrà il mal di pancia. Dunque, la chiusura improvvisa di De Laurentiis non viene vista male dal senegalese. Comunque vada, sarà contento. Il punto è anche un altro, come ha spiegato Ramadani: il Manchester City è sotto la lente dell’Uefa per le sue spese. Il TAS ha annullato l’esclusione dalla Champions con una formula molto vicina «all’insufficienza di prove». Dunque, prima di spendere 90 milioni, anche il City deve far cassa. Ramadani ha fatto intendere che anche il PSG potrebbe fare la sua offerta ma comunque non superiore a 65 milioni. A quel punto ad andare via sarebbe Maksimovic, che ancora prende tempo per il rinnovo del contratto.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy