Cagliari, Giulini: “Giocatori e tesserati mi hanno chiamato. Hanno deciso di rinunciare ad una mensilità”

Lo stop deciso per il mondo dello sport coinvolge anche il calcio. Una situazione destinata a rivelare una grave crisi economica con numerosi milioni bruciati in pochi settimane. Dai mancati incassi al botteghino, alle mancate sponsorizzazione ed ai diritti tv. Per questo motivo, le società sportive sono a lavoro per agire sugli stipendi dei calciatori. Questi potrebbero vedere decurtato lo stipendio fino al 30%. Le danze sono state aperte dalla Juventus nei giorni scorsi mentre nelle ultime ore, una tale decisione è stata presa anche dal Cagliari. Il patron Giulini ha annunciato la decisione della sua squadra in occasione della trasmissione Monitor dell’emittente tv locale Videolina.

Le parole di Giulini

Cagliari Giulini

“Sono stati alcuni giocatori e tesserati a cercarmi per chiedere in che modo poter dare una mano. Tutti insieme hanno mostrato un grande senso di responsabilità e appartenenza rinunciando a una mensilità. Questo ci aiuta molto ma resta la stima già fatta. Prevediamo che la stima di quattro milioni di danni per la società si possa avvicinare alla realtà. Questa stima non include i diritti televisivi. Se si dovesse perdere anche quelli sarebbe una catastrofe. In quel caso non basterebbe certo quella mensilità. Vedremo in quel caso cosa fare per aprile e maggio, con molta serenità”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU INSTAGRAM

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy