Cabrini choc: “Se Maradona avesse giocato nella Juve non sarebbe morto. Amore di Napoli malato”

L’ex calciatore della Juventus, Antonio Cabrini, ha rilasciato alcune dichiarazioni quest’oggi a Irpinia TV, parlando anche di Maradona e uscendosene con una frase poco felice

L’ex calciatore della Juventus, Antonio Cabrini, ha rilasciato alcune dichiarazioni quest’oggi a Irpinia TV, parlando anche di Maradona.

CLICCA QUI PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Le parole di Cabrini

“Maradona è stata una leggenda vivente e un avversario gentiluomo, che come tanti campioni hanno fatto vedere il meglio e il peggio allo stesso tempo. Se fosse venuto alla Juve anziché andare al Napoli, oggi sarebbe ancora vivo. L’ambiente l’avrebbe salvato: non parlo delle società, ma proprio dell’ambiente. L’amore di Napoli è stato forte, autentico quanto malato. Maradona in campo era sempre ben marcato, non si lamentava mai con un avversario. Era gentile e rispettoso di tutti. Era un avversario leale. Leader coraggioso, forte, irraggiungibile, generoso. Grazie a lui il Napoli ha vinto gli scudetti. In quegli anni Napoli era Maradona e Maradona era Napoli. Tuttavia nell’immaginario collettivo iniziò ad essere il giocatore di tutti, molto generoso e coraggioso. Un ragazzo d’oro con un grande cuore. Si è caricato le sorti non solo del Napoli calcio ma anche di Napoli città sulle sue spalle, ricavandone un cambiamento sociale. Si è immedesimato nella città in tutte le sue problematiche. Napoli si è trasformata con lui”.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy