Benitez: “Vincemmo trofei contro una Juve intrattabile, De Laurentiis ha meriti enormi. Stasera vorrei vincesse…”

Rafa Benitez, attuale tecnico del Dalian Yifang, è l’ex di eccellenza di Inter-Napoli. L’allenatore, molto legato alla causa azzurra, ha rilasciato al Corriere dello Sport un’intervista nel giorno del big match di Serie A: “La mia Italia è in queste due tappe, diverse tra loro, che però professionalmente e umanamente mi hanno arricchito, lasciandomi amici ovunque. All’Inter rimasi poco, erano reduci dal Triplete e non mi fu permesso di allungare quell’avventura nonostante avessimo vinto la Supercoppa italiana e la Coppa del Mondo per club. Nel biennio di Napoli, invece, fummo in grado di attirare l’attenzione di calciatori con qualità e spessore. Con quella Juventus, «intrattabile» in campionato, fummo capaci di vincere Coppa Italia e Supercoppa a Doha. Vanno riconosciuti a De Laurentiis enormi meriti: i suoi sforzi economici servirono per compiere un balzo decisivo verso l’internazionalizzazione del club”.

Il legame di Rafa Benitez col Napoli

Ho vinto in entrambe le città, ho legami da una parte e dall’altra, ma io a Napoli sono stato più tempo, penso di avere avuto maggiore influenza – a ogni livello – sullo sviluppo delle idee nel club. E allora diciamo, sorridendo, che non mi dispiacerebbe se vincesse il Napoli. Ghoulam, Koulibaly, Insigne e Mertens sono la spina dorsale della squadra. Mi piace vederli giocare e sono orgoglioso di aver offerto il mio contributo per la loro crescita. Il Napoli mi piace, – prosegue l’allenatore – Gattuso sta facendo un bel lavoro, la squadra è forte e competitiva. Più forte questo Napoli o il mio? Quello attuale ha uomini che ormai stanno insieme da anni. Se giocassimo una partita tra questa squadra e la nostra dell’epoca, sarei pure indotto a sospettare che ci possa scappare il pareggio. Però credo che vinceremmo, perché Koulibaly, Mertens, Ghoulam e Insigne giocherebbero con noi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy