Il Messaggero – Barcellona-Napoli si può giocare a Lisbona, deciderà la UEFA: nuove restrizioni in Catalogna

Il ritorno degli ottavi di finale tra il Barcellona e il Napoli dovrebbe disputarsi al Camp Nou in assenza di tifosi, il prossimo 8 agosto. Tuttavia, la situazione in cui versa la Catalogna non permette di avere sicurezze a riguardo. Come riferisce Il Messaggero, l’aumento dei contagi da coronavirus getta insicurezza sulla fattibilità della trasferta. Rispetto ai mesi precedenti, a disposizione si hanno protocolli e strumenti per reggere l’onda d’urto di un evento sportivo in un contesto così complesso. Per tale ragione, difficile pensare a una sospensione della sfida. Tuttavia, a causa delle nuove restrizioni imposte, si potrebbe pensare a uno spostamento della sfida a Lisbona, sede della Final Eight della competizione.

Barcellona-Napoli a Lisbona?

Barcellona, Camp Nou
Barcellona, Camp Nou. Lo stadio più capiente d’Europa (by Getty Images)

“Le autorità catalane hanno emanato nuove restrizioni e la popolazione è stata invitata a non uscire di casa, evitando serate, attività culturali e riunioni sociali. Proibiti, al momento, anche gli assembramenti con più di 10 persone”, questo indica il quotidiano e quindi le nuove norme potrebbero entrare in forte contrasto con un evento sportivo che raccoglie comunque un’organizzazione complessa e una macchina di persone. Si attendono segnali precisi e pronti dalla UEFA.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy