Barcellona-Napoli, il piano B: l’UEFA pronta a far giocare il match a Lisbona

Il Corriere dello Sport ipotizza che l’UEFA possa far disputare a Lisbona il match di ritorno degli ottavi di finale tra Barcellona e Napoli

L’edizione odierna del Corriere dello Sport ipotizza che l’UEFA possa far disputare a Lisbona il match di ritorno degli ottavi di finale tra Barcellona e Napoli e non nel capoluogo catalano a causa di tanti nuovi casi di coronavirus. Altri 755 nuovi positivi nell’area metropolitana di Barcellona e la preoccupazione sale alle stelle. Anche perché i numeri si riferiscono all’ultimo weekend e, in realtà, potrebbero essere decisamente più elevati.

Barcellona-Napoli, UEFA pronta a far giocare il match a Lisbona

Napoli Barcellona Osasuna
Napoli-Barcellona (Photo by Michael Steele/Getty Images)

Situazione che, per forza di cose, ha messo sul chi va là anche il quartier generale del Barça, che fino a qualche settimana fa confidava sulla possibilità di poter riaprire i battenti del Camp Nou, in occasione dell’attesissimo ritorno degli ottavi di Champions con il Napoli, ad almeno una porzione di pubblico. Possibilità che, visto l’andazzo, sembra sfumare definitivamente. Sarebbe già un successo, a questo punto, se si riuscisse davvero a disputare la sfida tra blaugrana e azzurri, propedeutica alla Final Eight di Lisbona. Da Napoli a Barcellona è un attimo e i contatti, praticamente quotidiani, servono per preparare l’eventuale piano B. L’albergo è già stato prenotato, il charter per il volo andata e ritorno anche, però c’è quel pizzico d’ansia che appartiene a chiunque. La UEFA si è portata avanti con il lavoro, temendo il Covid e possibili suoi rigurgiti impetuosi. Lisbona è la sede della final eight e con i due stadi (il Da Luz e l’Alvalade), potrebbe diventare una destinazione per fronteggiare una nuova eventuale emergenza.

CLICCA QUI PER SEGUIRE IL NOSTRO CANALE TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy