Barbano: “Rezza vive il suo momento di gloria in tv, parla del calcio come una stro**ata”

Alessandro Barbano, vice direttore del Corriere dello Sport, è intervenuto questo pomeriggio ai microfoni di Radio Punto Nuovo per commentare le ultime riguardanti la ripresa del campionato di Serie A. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

Parole di Rezza? E’ evidente che c’è una sgrammaticatura di ruoli è un consulente tecnico del comitato scientifico, è inaccettabile che dia opinioni come al bar e metta in mora la politica dinanzi alle telecamere: è una modalità che spiega la degradazione della democrazia. Oltretutto i dati esposti non sono attendibili. Alcune decisioni – come quella della ripresa dei campionati – sono delicate ed un virologo non può prenderle, decidere e dirlo al Paese spetta al politico. C’è stato un ribaltamento di ruoli pericoloso. Rezza e gli altri tecnici stanno vivendo il loro momento di gloria. Sono in TV per 4-5 ore al giorno. Li giudichiamo in base alle loro performance televisive, ma se guardiamo i risultati sono una Caporetto”.

Barbano: “Rezza parla del calcio come una stro**ata”

“Vantiamo l’eccellenza della nostra sanità che ha falle nel sistema da anni. Il sistema italiano ha evidenziato l’incompetenza della leadership, ma peggio del potere senza sapere, c’è il sapere che si è autoproclama potere. Purtroppo questa pandemia è stata una delega in bianco ai signori del sapere che prendono decisioni su cui non hanno potere. Rezza parla del calcio come se fosse una stro**ata, un’economia da 500 mln di euro. Fa un’ironia beffarda di chi parla di qualcosa che non ha assolutamente approfondito. E’ modo inconferente di affrontare una questione che ha la sua dignità, nell’emergenza tutto ciò che non è strettamente necessario ai valori materiali, allora non merita attenzione”.

PORTO ALEGRE, BRAZIL – MARCH 15: Players of Gremio enter the field wearing masks before the match between Gremio and Sao Luiz as part of the Rio Grande do Sul State Championship 2020, to be played behind closed doors at Arena do Gremio Stadium, on March 15, 2020 in Porto Alegre, Brazil. The Government of the State of Rio Grande do Sul issued a list of new guidelines to help prevent the spread of the Coronavirus which included games played with closed doors and no public. According to the Ministry of Health, as of Saturday, March 14, Brazil had 121 confirmed cases of coronavirus. (Photo by Lucas Uebel/Getty Images)

“L’informazione è un servizio essenziale”

“Sono 45 giorni che vado a lavoro, rischio come ognuno di noi, è legittimo e doveroso che questo avvenga: l’informazione è un servizio essenziale. Perché un calciatore strapagato non deve rischiare allo stesso modo? Dobbiamo ribellarci, far valere la ragione” conclude il vicedirettore Barbano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy