Atalanta, Gasperini: “Polemica offensiva. Ho rispettato il protocollo”

Hanno destato più di una polemica le rivelazioni da parte del tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini. Questi ha, infatti, rivelato di aver avuto i sintomi del Coronavirus in occasione della sfida di Champions League contro il Valencia. Parole che hanno scatenato l’ira dello stesso club spagnolo. La dirigenza ha, infatti, chiesto alla Uefa di aprire un’inchiesta su tale argomento.

CLICCA QUI PER L’ULTIMO STUDIO DELLA PREMIER

Atalanta, le parole di Gasperini

Atalanta, Gasperini

Oggi, però, sono arrivate nuove precisazioni da parte del tecnico dei bergamaschi, intervenuto ai microfoni di Sky Sport per parlare della situazione e chiarire la propria posizione in merito.

“La considero una polemica particolarmente offensiva nei miei confronti. Ho rispettato tutti i protocolli e sono stato in quarantena come tutti. Una condizione che ho rispettato fino alla ripresa degli allenamenti. Non abbiamo mai fatto i tamponi. Ho scoperto di aver avuto il virus solo a maggio, quando siamo stati sottoposti ai test sierologici. Penso che il periodo dove ho avuto dei malesseri sia stato quello della sfida al Valencia ma non ho mai avuto febbre o problemi polmonari. Alla partenza da Bergamo stavo bene, il problema si è palesato un po’ la sera e il giorno dopo a Zingonia”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy