ASL Genova: “Se avessimo fermato il Genoa, avremmo negato loro un diritto”

Una nuova polemica è arrivata in Serie A dopo il caso Juventus-Napoli. La squadra partenopea sarebbe dovuta scendere in capo domenica per la sfida contro i bianconeri. Un nulla di fatto in quanto gli uomini di Gattuso sono stati fermati alla partenza dall’ASL per la presenza di 3 casi positivi al Coronavirus tra calciatori e staff. Una decisione che ha scatenato la polemica ed ha acceso i fari anche sul caso Genoa. In quella occasione, prima della sfida ai partenopei, c’erano due calciatori positivi ma la squadra è partita lo stesso per il capoluogo campano. Un mancato stop da parte dell’ASL di Genova finito al centro delle critiche.

ASL Genova, il chiarimento

asl genova
NAPLES, ITALY – SEPTEMBER 27: Davide Biraschi of Genoa CFC arguing with Kalidou Koulibaly of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and Genoa CFC at Stadio San Paolo on September 27, 2020 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Oggi è arrivata la risposta da parte di Maura Ferrari Bravo, direttore igiene e sanità pubblica dell’Asl 3 ligure. Di seguito le dichiarazioni riportate dal portale online della Gazzetta dello Sport:

“Abbiamo applicato il protocollo alla lettera. Se avessimo proibito al Genoa di partire per Napoli, avremmo negato alla squadra un loro diritto. Appena arriva la segnalazione di un caso di Covid si apre subito un canale di dialogo con il medico sociale con cui si valuta il tipo di rapporti che il soggetto ha avuto. Nel caso del Genoa dopo la prima positività, tutti i calciatori sono stati ritenuti contatti stretti da mettere in isolamento domiciliare. In base alla normativa, vengono disposti nuovi accertamenti e viene permesso ai calciatori di continuare ad allenarsi e a giocare, quindi a lavorare, rimanendo in una sorta di bolla. Che significa isolamento, spostamenti con mezzi privati, trasferte con aereo privato, e rientro in isolamento dopo la partita. E così è stato fatto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy