Ascierto: “Vaccino entro il prossimo anno, la sperimentazione prosegue”

Il professor Paolo Ascierto, oncologo dell’ospedale Pascale di Napoli, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Di seguito le sue dichiarazioni in merito alle novità sul Coronavirus.

LE PAROLE DI ASCIERTO

Ascierto, le parole

“Sperimentazione? I segnali dai pazienti che abbiamo trattato sono positivi. La chiave di lettura è nel sistema immunitario. Il virus nell’organismo è collaterale. Noi dobbiamo spegnere l’incendio e dunque l’infiammazione degli alveoli. In questo momento il Pascale è un centro dove l’immunoterapia è a livelli internazionali. L’idea è nata dalla nostra esperienza. Nei pazienti non intubati sembrerebbe che il 70% recuperi in 24-48 ore. Anche i pazienti intubati hanno un beneficio ma con una minore percentuale. Dei 7 pazienti intubati, 4 sono stati estubati dopo pochi giorni e un paio di questi sono anche a casa.

Vaccino? Tempi brevi no, sono convinto che l’avremo per l’anno prossimo. Vorremmo averlo domani mattina ma tecnicamente non è possibile. Detto questo, anche noi abbiamo in mente un progetto per fare un vaccino. Per il melanoma c’è l’idea di sviluppare un vaccino. Ma prima di una sperimentazione ci vogliono mesi, ottobre-novembre, e poi servono i risultati. Serve anche un farmaco antivirale, anche qui la ricerca va avanti. Sicuramente si troverà qualcosa”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy