Passato, Presente e Futuro – Allan, la parabola discendente del brasiliano ormai verso l’addio

La rubrica, a cura di CalcioNapoli1926.it, Passato, Presente e Futuro si occupa di analizzare il percorso di tutti i calciatori del Napoli. Da dove arrivano fino al loro possibile futuro senza dimenticare il momento che stanno vivendo. Il protagonista di questa prima giornata è il centrocampista Allan.

Passato

Allan passato

Sopo quattro stagioni vissute in patria, in Italia fa il suo esordio con la maglia dell’Udinese diventandone il perno di centrocampo. Il tecnico Guidolin fa di Allan il vero perno del centrocampo friulano. Un ruolo che gli permette di collezionare 116 presente in tre stagioni condite da due gol ma da decisivi assist per i compagni. Quando scende in campo si trasforma in un vero leone riuscendo a mettere sempre in difficoltà gli avversari. Caratteristiche che convincono presto il Napoli a puntare su di lui. La società partenopea, quindi, insiste e se lo aggiudica nel 2015 con un’offerta da 12 milioni di euro più una fitta rete di scambi. Piano piano riesce a conquistare la fiducia di tutti i tecnici passati nella compagine partenopea. Da Maurizio Sarri a Carlo Ancelotti che non riescono mai a fare a meno di lui.

Presente

Allan presente

Quella 2019/2020 è forse la stagione più difficile per il centrocampista. Allan viene indicato come tra coloro che hanno guidato l’ammutinamento della squadra contro Ancelotti e la dirigenza. Una dura accusa anche da parte degli stessi tifosi. L’ambiente è bollente intorno a lui e ne risente particolarmente in campo. Dal perno del centrocampo diventa una riserva. Anche sotto la guida del tecnico Gennaro Gattuso le cose sono poco semplici. Si allena senza voglia e viene punito dal tecnico che decide di non convocarlo e lasciarlo solo a casa. Una decisione che lo segna e lo sprona a ripartire. Ora tutto è fermo e bisognerà capire lo stato d’animo del calciatore al ritorno in campo.

Futuro

Allan futuro

Uno sprono, una decisione che, però, sembrerebbero non poter fermare l’incedere del destino. C’è infatti un futuro che sembra volerlo sempre più lontano dal Napoli. Ormai Allan guarda altrove, guarda in altre direzioni. Forse guarda al PSG, la squadra che da sempre lo corteggia, la squadra che ha insistito per averlo in passato. Poi c’è sempre Sarri che in qualsiasi momento sarebbe felice di riaverlo. De Laurentiis, patron di questa squadra, ha sempre rifiutato ogni offerta. Oggi le cose potrebbero essere diverse. Gli attriti con la società potrebbero convincere la dirigenza a lasciarlo andare anche perché il sostituto in rosa sembrerebbe ormai esserci

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

di Maria Ferriero

© Riproduzione Riservata

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy