Alemao: “Complicato il passaggio dal Napoli all’Atalanta, spiegai ai tifosi orobici la verità sulla monetina”

Alemao, ex calciatore di Napoli e Atalanta, ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport

Alemao, ex calciatore di Napoli e Atalanta, ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Il brasiliano fu uno degli eroi di una Coppa Uefa e uno scudetto con il Napoli, ma fece pure un passaggio non banale della sua carriera a Bergamo. Proprio l’Atalanta furibonda con lui perché nel campionato 1989- 90, quando era ancora azzurro, venne colpito da una monetina, episodio che trasformò lo 0-0 sul campo in 2-0 a tavolino per i partenopei. Giocò due stagioni in nerazzurro, 1992-93 e 1993- 94.

Alemao sul passaggio dal Napoli all’Atalanta

Alemao e la monetina di Bergamo

Cosa ricorda del passaggio dal Napoli all’Atalanta? “Fu complicato, per la vicenda della monetina. I media parlavano solo di quello, ma io non avevo detto bugie: fui davvero colpito alla testa da una moneta. Fu necessario dare molte spiegazioni alla tifoseria organizzata dell’Atalanta: capirono ciò che era successo, e da allora mi trattarono bene”.

Sulla monetina di Bergamo

Anche se, quando era già all’Atalanta, disse di aver esagerato in quella vicenda? “Bugie: dissero anche che avevo incontrato Arrigo Sacchi (allenatore del Milan all’epoca in cui il Napoli vinse lo scudetto 1989-90) e che gli avrei confessato di aver fatto una scenata. Storia sgradevole, io fui solo una vittima”.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy