Zoff: “I ritiri non sempre son punitivi, non si può arrivare a queste contrapposizioni coi tifosi”

Zoff: “I ritiri non sempre son punitivi, non si può arrivare a queste contrapposizioni coi tifosi”

di Sabrina Uccello

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Dino Zoff. L’ex portiere ha analizzato la situazione difficile che si vive in casa Napoli. L’ultima gara di campionato si è conclusa con un pareggio a reti bianche, contro il Genoa. La squadra è apparsa decisamente sottotono, e i fischi del San Paolo non hanno giovato sicuramente alla squadra. Alla ripresa bisognerà che Ancelotti riesca a dare una marcia diversa al gruppo.

Zoff sul Napoli

“Non conosco appieno le cose di casa Napoli, dico però che non si può arrivare a queste contrapposizioni con i tifosi. I ritiri non sono sempre punitivi, ma non voglio entrare nel dettaglio perché non conosco le cose. Meret è molto bravo, più di me da giovane ed ha le qualità per fare ottime cose. E’ già in Nazionale e se la giocherà con Donnarumma, se la può giocare. Ancelotti? C’erano tante aspettative, ma la stagione – dice l’ex calciatore –  è ancora lunga e credo che il Napoli in Champions ci arrivi. Con i 3 punti ci sono tante possibilità per recuperare, però raggiungere la Juve è difficile, va detto. Per la Champions invece non credo ci siano problemi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy