Spezia, Chisoli: “Napoli squadra difficile da affrontare. Malcuit? Vedremo”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
spezia chisoli malcuit

Il Napoli si prepara per scendere in campo, a partire dalle 18 di mercoledì, per la sfida contro lo Spezia. Intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, Stefano Chisoli, presidente del club ligure, ha fatto il punto della situazione:

Volpi uomo della storia? Sì perché ha portato in serie A Lo Spezia. Supercoppa vinta col Napoli in serie C? Io non c’ero. Emozione giocare al Maradona? Grande emozione, perché quando abbiamo visto il calendario sapevamo che quello di Napoli è uno stadio bellissimo e non vedevamo l’ora. Nelle ultime settimane sono mancati i risultati, perché le prestazioni sono sempre quelle. Siamo convinti che andando avanti per questa strada riusciremo a dire la nostra. Saranno importanti le prossime partite. Da mercoledì faremo il massimo. Per noi è una squadra difficilissima da affrontare quella contro il Napoli”.

Spezia, le parole del patron Chisoli

spezia chisoli nzola
(Photo by Giorgio Perottino/Getty Images)

Nzola? È un bel giocatore. Ci tenevamo a riportarlo a La Spezia. Il mister lo conosce bene ed è un giocatore importante. Ora rientrerà anche Galabinov che aveva iniziato bene. Italiano non rischia? No assolutamente! Non prendiamo nemmeno in considerazione questa idea. La squadra ha giocato sempre bene. Italiano per noi è un punto di forza. Malcuit mi piacerebbe? Sicuramente. È un giocatore forte.do In squadre come il Napoli ci sono giocatori molto forti che non trovano spazio. Vedremo un po’. Saponara? Vediamo cosa succede in settimana. Lui è un giocatore importante per noi, poi le dinamiche di mercato sono sempre difficili. Sampdoria? È un derby importante. In Liguria per la prima volta ci sono tre squadre. Genoa o Samp? Forse con il Genoa, ma anche con la Sampdoria. Sappiamo che il campionato di serie A è difficile e abbiamo tanti giocatori che ancora devono dire la loro interverremo dove ce ne sarà bisogno. Campionato a 20 squadre? Siamo per questa ipotesi. Noi come Benevento e Crotone abbiamo messo in difficoltà le grandi. Poi i campionati che hanno avuto più consensi sono quelle dove anche le squadre più piccole hanno detto la loro come il Leicester in Inghilterra. Speriamo in un campionato equilibrato”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy