Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Spalletti in conferenza: “Non è vittoria sporca, su Insigne non rompete i co***oni”

Spalletti in conferenza: “Non è vittoria sporca, su Insigne non rompete i co***oni”

Luciano Spalletti ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa, commentando la vittoria del Napoli contro la Salernitana

Domenico D'Ausilio

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa, commentando la vittoria degli azzurri contro la Salernitana in campionato.

Spalletti in conferenza

"Io sporchissima, come volete farla sembrare voi, non la vedo questa vittoria. La squadra ha condotto bene la gara, c'è mancata solo qualità ed il gioco nello stretto su cui avevamo puntato avendo Mertens. Il gol lo abbiamo fatto in una situazione difficile, c'era stata anche la traversa. In superiorità numerica dovevamo avere la maturità di non far succedere l'episodio che li rimette in partita, e lì la gara diventa più sporca. In quel momento abbiamo dovuto metterci qualcosa in più, oltre la qualità e le cose che ci contraddistingono, c'è venuta fisica ed il saper uscire da qualche mischia e l'abbiamo fatto. Tutto abbastanza normale, non abbiamo avuto fortuna in episodi difficili. Ogni tanto ci si dimentica che abbiamo giocato due giorni fa. Questa rotazione va fatta per forza, altrimenti si accumulano tossine nei muscolo. Elmas avrebbe meritato di rigiocare, ma c'era Zielinski pulito. Elmas dal punto di vista mio è un giocatore eccezionale, si allena sempre a duemila e quando gioca merita di rigiocare la volta dopo".

Su Insigne e Mertens

"Ieri Insigne aveva sentito questo fastidio muscolare. Finito l'allenamento eravamo fiducioso, stamattina è venuto e mi ha detto che aveva il muscolo 'impastato'. Mi ha detto di esserci per la squadra in caso di bisogno, altrimenti valutiamo. Quindi abbiamo valutato la cosa, se si faceva male chi me lo ridava? L'avrei messo se fossimo rimasti in 11, ma in 10 uomini era una battaglia e diventava rischioso farlo venire a fare i contrasti in area di rigore. Perché volete darne un taglio personale di questa situazione? Già vedo i titoloni! Ora divento antipatico di nuovo. Sono stato due anni in campagna dite, se non rompete i cog**oni sono tornato, altrimenti ci stavo cinque anni. Non è accaduto nulla. A Mertens manca la partita vera, Osimhen è da vedere se deve stare fuori un paio di partite. Per domenica può anche farcela, abbiamo molta fiducia nei nostri medici".

Su Zielinki

"È stato fondamentale per noi, oltre al gol ha fatto un sacco di strappi e ci ha dato una grande mano. Con questo gol mette a posto tante cose e lo avremo con più entusiasmo. Mi aspettavo questa Salernitana qui, gli vanno fatti i complimenti. E' stato un bello spettacolo e lo faremo anche al ritorno. Noi sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, perché anche loro volevano i tre punti e lo hanno dimostrato. A fine partita, oltre che a Gyomberg perché l'ho allenato, sono andato a salutare Ribery perché è un calciatore con la C maiuscola".