Reina, messaggio d’amore per i napoletani: “Sono innamorato di Napoli, siete la mia famiglia” – VIDEO

Reina, messaggio d’amore per i napoletani: “Sono innamorato di Napoli, siete la mia famiglia” – VIDEO

Pepe Reina non ha dimenticato Napoli e i napoletani: il portiere del Milan ha mandato un messaggio ai cittadini per dimostrare il suo amore verso la città

di Salvatore Amoroso, @sonosal_amoroso

Pepe Reina ha lasciato il Napoli ma non ha mai dimenticato la città e i cittadini napoletani. L’attuale portiere del Milan, ieri è tornato nel capoluogo campano per cenare con i suoi ex compagni di squadra. Al termine della cena ha registrato un videomessaggio per un amico napoletano, un tassista che nel 2002 gli ha fatto conoscere la città.

PEPE REINA NON DIMENTICA NAPOLI: “AMO QUESTA CITTA’, SIETE LA MIA FAMIGLIA”

“Michele, ti devo dire una cosa. Ciò che abbiamo fatto oggi è solo colpa tua. Quando arrivai a Napoli nel 2002 quel porto di Mergellina attirò la mia attenzione da quel taxi. Lì scoprì la magia di Napoli, la gente ed il cuore di Napoli. Vi sarò grato per tutta la mia vita, vi porterò sempre nel cuore. Ogni volta che potrò verrò a Napoli perchè siete la mia famiglia. Per quello vi mando un abbraccio e vi dico sempre che vi voglio bene. Un abbraccio”.

REINA, IL DISCORSO PER I SUOI VECCHI COMPAGNI

Pepe Reina è stato a Napoli in settimana, dove ha ritrovato gli ex compagni di squadra per una cena. Si è trattata dell’occasione per riunirsi ma anche per festeggiare il ventottesimo compleanno di Nikola Maksimovic. Nella cornice di Posillipo, come racconta il Corriere dello Sport, la squadra ha parlato con il portiere anche del momento difficile che sta attraversando in campionato: “Pepe ha parlato agli ex compagni presenti – tra cui proprio Nikola il serbo, Llorente, Callejon, Ghoulam e Mario Rui – provando a dare una scossa. “Alzate la testa, amici”, la sintesi. E tutti ad applaudire”. 

Pepe Reina e i leader

Parole che avranno fatto bene ai calciatori del Napoli, che proprio in Pepe Reina hanno sempre ritrovato un simbolo e leader dello spogliatoio. Probabilmente una figura carismatica della quale si sta avvertendo l’assenza all’interno dello spogliatoio, soprattutto nei momenti difficili nei quali serve una via e un riferimento. Il suo addio insieme a quello di Raul Albiol e Marek Hamsik ha in qualche modo minato la compattezza, che ha sempre contraddistinto il gruppo. Tuttavia De Laurentiis oggi ha voluto diffondere serenità, invitando la squadra a lavorare e trasmettendo nuovamente fiducia a Carlo Ancelotti, rispetto al quale il patron ha confermato di non aver mai pensato alla possibilità di esonerarlo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy