Ospina: “I portieri passano da colpevoli a eroi, Meret tra i migliori. Con Gattuso grinta e carattere”

Ospina: “I portieri passano da colpevoli a eroi, Meret tra i migliori. Con Gattuso grinta e carattere”

di Sabrina Uccello

David Ospina, portiere del Napoli, è stato al centro dell’attenzione per l’errore contro la Lazio e la decisione di Gattuso di considerarlo titolare in luogo di Meret. Ai microfoni di SKY oggi è intervenuto così: “La posizione del portiere è delicata. Una volta sei eroe e quella successiva sei colpevole. E’ importante avere sempre i piedi per terra, lavorare sodo e mettersi a disposizione della squadra. Con Gattuso stiamo facendo bene e prendendo fiducia. Dobbiamo continuare così e tornare a vincere. Bisogna fare punti nel girono di ritorno, dopo quello di andata difficile per squadra, club e tifosi. La nostra rosa è buona e questa è la cosa più importante”.

Il ruolo del portiere

“Prima di essere tra i pali, sono stato attaccanti. Mi è sempre piaciuto giocare coi piedi e in vacanza con gli amici mi diverto a stare in attacco. Noi sudamericani giocahiamo sempre coi piedi e voglio mettere a disposizione del Napoli questa mia abilità. Meret e Karnezis sono due ragazzi stupendi e mi piace lavorare con loro”. 

Ospina su Meret

“Ha le capacità per diventare un grande, così come lo sono Donnarumma e Sirigu. Se Meret continua a lavorare sodo come sta facendo, può fare tanta strada. Gattuso da calciatore aveva grinta e personalità, sa trasmetterla al Napoli”.

Il momento del Napoli

“In campo dobbiamo mettercela tutta. Al San Paolo si sente un po’ di pressione, ma abbiamo bisogno dei tifosi e del loro appoggio. Dobbiamo dare tutto in campo per vincere, perchè vincendo poi arriva la fiducia per continuare.  Ci sono 19 partite da affrontare e tanti punti a disposizione. Testa alla Fiorentina, perché al San Paolo dobbiamo fare di tutto per vincere.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy