Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

VIDEO Spalletti in conferenza: “Osimhen fortissimo, dispiaciuto per Lozano e Insigne”

VIDEO Spalletti in conferenza: “Osimhen fortissimo, dispiaciuto per Lozano e Insigne”

Luciano Spalletti ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa, soffermandosi sulla vittoria del Napoli contro il Torino

Domenico D'Ausilio

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa, soffermandosi sulla vittoria di misura degli azzurri contro il Torino in campionato.

Spalletti in conferenza

"Vincere questa partita è tanta roba, loro hanno delle caratteristiche differenti dalle nostre. Se noi siamo anche bravi ad aspettare il momento giusto e guidarla poi dove vogliamo andare, quello è un sintomo di forza e di maturità. Secondo me è stata una partita difficile, ma per quello che ho visto dalla panchina vinta anche meritatamente. Con la Roma sarà una partita interessante. Vincendo questa li abbiamo ulteriormente motivati, ora li abbiamo tutti contro, funziona così. Però è anche bello saper mantenere un equilibrio e una forza che deve avere un'evoluzione continua. Bisogna mettere nella prossima partita delle cose nuove, perché queste le hanno imparate".

Su Osimhen

"Osimhen è un calciatore fortissimo. Oltre al gol ha fatto cose importanti ed ha dimostrato crescita, riuscendo anche a far salire la squadra e giocare con il compagno in sostegno. Per noi è importantissimo, specialmente contro squadre che giocano come il Torino in modo feroce. Quando giochi sulla terza linea è sempre una palla buttata, ma noi abbiamo Victor. Noi di leader ne abbiamo tantissimi, anche di quelli silenziosi, perché con un solo leader non si va da nessuna parte. Ad esempio Lozano ha fatto ciò che doveva fare, poi loro hanno cambiato atteggiamento e per questo l'ho tirato fuori. Mi dispiace molto, io avrei reagito come lui, ma credo che abbia capito e negli spogliatoi si è complimentato con i compagni".

Su Insigne

"Sostituirlo mi è dispiaciuto, perché aveva sbagliato il rigore e si potranno dire tante cose. E' il rispetto di quelli che ho in panchina, che sono altrettanto forti, tenere conto ciò che mi può dare un vantaggio nel momento della partita. Battere un rigore dopo averne sbagliati altri è una roba difficile ed anche il prossimo lo batterà Insigne".

Su Mertens

"Gode del consenso del Maradona perché lo ha conquistato lì dentro, non è che in tribuna ci sono i suoi parenti. È uno che nello stretto ha una qualità superiore alla media, oltre che quando tira in porta. Porta con sé dei numeri che solo il più grande di tutti ha fatto vedere qui a Napoli".