Napoli-Lecce, nessun dubbio per Gazzetta: era rigore netto su Milik. L’arbitro Giua ingannato da un dettaglio

Napoli-Lecce, nessun dubbio per Gazzetta: era rigore netto su Milik. L’arbitro Giua ingannato da un dettaglio

di Armando Inneguale, @ArmInne28

Il Napoli, al San Paolo, sprofonda contro il Lecce di Liverani. Doveva rappresentare la partita della definitiva svolta, del passo in avanti, ma qualcosa è andato storto. Gli ospiti, autori di una grande prestazione, portano a casa i 3 punti. La gara, però, ha avuto un pesante e palese condizionamento da parte dell’arbitro Giua. Manca all’appello, infatti, un rigore per gli azzurri per un fallo netto di Donati su Arek Milik.

NAPOLI LECCE, LA MOVIOLA DE LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stando a quanto riferisce La Gazzetta dello Sport, oggi in edicola, il pomeriggio del San Paolo non può definirsi positivo per l’arbitro Giua, direttore di gara del match tra Napoli e Lecce. L’episodio che ha fatto scalpore è avvenuto al minuto 73’. Arek Milik viene messo giù in area da Donati, ma cade in maniera plateale. L’arbitro non ha dubbi: estrae il giallo ai danni dell’attaccante polacco e non vuol sentire ragioni di fronte alle proteste del Napoli. Le immagini, viste dal VAR Abisso, mostrano chiaramente come Donati colpisca piede e caviglia di Milik. Non sembrerebbero esserci dubbi. Eppure, dopo un breve colloquio all’auricolare, Giua decide di tirare dritto senza andare a rivedere al monitor quanto accaduto. L’arbitro sarebbe stato tratto in inganno dalla caduta troppo vistosa dell’attaccante polacco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy