Montefusco: “Demme non nasce come regista, il Napoli è ad un bivio”

Montefusco: “Demme non nasce come regista, il Napoli è ad un bivio”

di Armando Inneguale, @ArmInne28

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Vincenzo Montefusco, ex Napoli. L’ospite ha rilasciato diverse dichiarazioni sui nomi accostati al club partenopeo nell’ultimo periodo. Di seguito, infatti, il suo pensiero in merito a Lobotka e Demme, ma anche sull’eventuale addio di Callejon e Mertens.

LE PAROLE DI MONTEFUSCO

“Lobotka è come quelli di una volta. Demme lo ricordo al Lipsia, è un buon giocatore, ma è stato usato come regista, non è nato come tale. Se Gattuso l’ha preso, vuol dire che è utile al suo modo di gioco. Sono due buoni giocatori, per i programmi che farà il Napoli per il prossimo anno, avrai bisogno di grandi giocatori, non buoni. Anche Amrabat e gli altri sono della stessa stirpe di Demme e Lobotka. Callejon e Mertens vanno ringraziati, hanno dato moltissimo alla causa del Napoli, ma bisogna rifare tutto da capo. Anche quando sono venuti loro avevamo punti interrogativi, si sono consacrati poi a Napoli. Vedremo chi sarà l’allenatore, che impostazione daranno alla squadra e poi si vedrà. Napoli a un bivio, deve decidere cosa fare da grande. Se fossi De Laurentiis convocherei una conferenza stampa e gli farei chiarire l’inizio del nuovo ciclo”.

Demme
LEIPZIG, GERMANY – FEBRUARY 22: Diego Demme (L) of Leipzig vies with Mario Rui (R) of Napoli during the UEFA Europa League Round of 32 match between RB Leipzig and Napoli at the Red Bull Arena on February 22, 2018 in Leipzig, Germany. (Photo by Ronny Hartmann/Bongarts/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy