Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Clamoroso al “Maradona” bis, lo Spezia sbanca di nuovo Napoli. Ma quanta sfortuna!

NAPLES, ITALY - DECEMBER 22: Simone Bastoni of Spezia Calcio is tackled by Diego Demme of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and Spezia Calcio at Stadio Diego Armando Maradona on December 22, 2021 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Napoli chiude il 2021 e il proprio girone d'andata, uscendo clamorosamente sconfitto per 0-1 contro lo Spezia. La cronaca del match

Tony Sarnataro

Il Napoli chiude il 2021, e il proprio girone d'andata, uscendo clamorosamente sconfitto per 0-1 contro lo Spezia nell'ultima gara della diciannovesima giornata di serie A. Sono 39 i punti con cui gli azzurri virano al giro di boa, al terzo posto in classifica. Adesso l'Inter è a +7 e il Milan secondo a +3. Continua la maledizione Spezia e dei mercoledì: mai una vittoria in questo giorno della settimana quest'anno, e seconda sconfitta su due contro i liguri nelle gare giocate al "Maradona" in serie A. E guarda caso anche l'anno scorso era di mercoledì.

Supremazia Napoli, ma passa lo Spezia

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Le formazioni sono quelle annunciate, bastano pochi secondi per capire quale sarà la partita. Azzurri in avanti, Spezia tutto dietro a difendere e magari ripartire. La supremazia degli azzurri è netta ma non scaturisce in occasioni clamorose. Vani i tentativi da fuori degli uomini di Spalletti. Quelli di Thiago Motta si difendono in maniera compatta. Corti e compatti, distruggendo il gioco avversario. La tattica più antica del mondo, eppur funziona. Alla prima vera occasione gli ospiti passano. Punizione tagliata, Juan Jesus è sfortunato e infila Ospina. Si va al riposo così, Spezia in vantaggio con zero tiri in porta. Incredibile ma vero.

Lo Spezia regge, e porta a casa la vittoria

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

La ripresa si apre con un cambio, Petagna al posto di Mertens. Si tratta di scelta tecnica, nessun problema per il belga. Lo Spezia non fa altro che difendersi, campare di rendita e cercare di ostruire più possibile il gioco dei partenopei. A dire il vero qualcosina in più rispetto il primo tempo lo crea (era pure ora) quando su due ripartenze Amian prima, Manaj dopo, si divorano il clamoroso 0-2. Tantissime invece le occasioni per il Napoli: Lozano si mangia letteralmente il pareggio, ma non sono da meno i tentativi di Di Lorenzo, Petagna, Zielinski (finché è in campo). Assalto all'arma bianca, con il "Maradona" a spingere. Negli azzurri subentra anche un certo nervosismo quando Mario Rui becca l'ammonizione (diffidato, salterà la Juve) e discute con Politano. Nel recupero è un vero e proprio assedio arrembante, ma tra un rigore reclamato da Lozano e la traversa di Elmas si infrangono le speranze del Napoli. Da segnalare: il primo cambio di Thiago Motta in pieno recupero al 94' e i 7 tiri in porta a 0. Ma ciò che conta è il risultato e sul tabellino è scritto Napoli 0, Spezia 1.

a cura di Tony Sarnataro

©RIPRODUZIONE RISERVATA