Lobotka, l’entourage: “Stan ha già legato con Milik, Gattuso gli darà tempo di ambientarsi. Dopo la Fiorentina tornerà in Slovacchia”

Lobotka, l’entourage: “Stan ha già legato con Milik, Gattuso gli darà tempo di ambientarsi. Dopo la Fiorentina tornerà in Slovacchia”

Pawel Zimonczyk si è soffermato sul trasferimento di Stanislav Lobotka al Napoli al portale polacco Sport

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
Lobotka Napoli

Pawel Zimończyk, membro dell’entourage del neo acquisto del Napoli Stanisav Lobotka, ha rilasciato un’intervista al portale polacco Sport.

Le parole di Zimończyk sul trasferimento di Lobotka al Napoli

“E’ stato anche un grande trasferimento per il Celta Vigo. Anche il Valencia non ha pagato così tanto per Maxi Gomez. Se verranno soddisfatte tutte le condizioni per il pagamento dei bonus, Lobotka potrebbe essere il trasferimento più alto per il Celta. Sicuramente tutte e tre le parti sono soddisfatte. I soldi di questo trasferimento affluiranno anche al precedente club di Lobotka, il Nordsjaelland”.

Il ruolo di Hamsik nel trasferimento

“È difficile per Stan non chiedere al suo compagno di nazionale e leggenda del Napoli di alcune questioni. Hamsik ha parlato del club in maniera superlativa. Ha anche citato alcune ombre di popolarità a Napoli. Qui, a differenza della Spagna, nessuno ti chiederà se possono interrompere il tuo pasto per fotografarti. Qui il tifoso si avvicina e registra immediatamente l’intero video. Probabilmente a volte è fastidioso, ma d’altra parte. Giocare allo stadio di San Paolo, un’atmosfera fantastica e la prospettiva di partite contro il Barcellona in Champions League parlano per il Napoli. Stan è molto motivato da incontri così importanti”. 

Il Napoli ha vinto la concorrenza di tanti club

Club italiani ed inglesi. In Spagna, il suo nome era pronunciato in molti club, ma il Napoli era il più interessato. In questa squadra per Lobotka è il posto migliore per il prossimo passo della sua carriera. Stan è il tipo di centrocampista che non è necessariamente ricercato in Premier League. Lì, scommettono su quelli forti, sopra 1,85 metri. Dopo la partita di Wembley, in cui Stan segnò il goal all’Inghilterra, tuttavia, iniziarono a prestargli più attenzione. Grande dribbling, intelligenza, uscita rapida con la palla, si sono rivelati grandi vantaggi nonostante la bassa statura”.

La concorrenza con Zielinski

Non sarà un concorrente per Zielinski. La posizione di Piotr è indiscutibile. Stan nel 4-3-3 del Napoli sarà un centrocampista difensivo. E preferirà cooperare con lui piuttosto che competere. So che Lobotka durante il primo allenamento ha avuto buoni contatti con Milik. Spero che Arek lo aiuti nello spogliatoio. Dovrebbe essere più facile ora. Il momento più difficile per Lobotka è stato l’ingresso a Celta, il salto da Nordsjaelland alla Liga”.

Il trasferimento e la nascita della figlia

“Seduto una domenica in un hotel a Napoli, dopo i test medici, in attesa delle ultime versioni dei contratti tra Celta e Napoli, Stan ricevette un messaggio che diceva sua moglie aveva rotto le acque. Lunedì mattina stava inviando a tutti le foto della piccola Linda. I napoletani, quando hanno saputo che era appena diventato papà, hanno detto che era necessario fare di tutto per renderlo un giorno associato a due cose carine. Tuttavia, non è stato possibile firmare il trasferimento lunedì. Tutto si è protratto per diverse decine di ore, ma questi eventi continuano da metà gennaio. Stan non dimenticherà il 2020 per il resto della sua vita. Non ha ancora avuto l’opportunità di prendere le sue figlie, ma probabilmente avrà un giorno libero dopo la partita con la Fiorentina. Poi volerà in Slovacchia e sarà in grado di abbracciarla per la prima volta”.

Pronto per il debutto in Serie A

“Formalmente, può giocare nella partita di sabato con la Fiorentina. Non so se l’allenatore Gennaro Gattuso deciderà in merito. La scorsa settimana ci sono stati più viaggi e visite mediche che allenamenti. Il tecnico può concedergli qualche giorno per ambientarsi. Stan non ha giocato nella partita contro l’Osasuna, ma si è sempre allenato. Penso di più a come ha sopportato mentalmente questi giorni molto stressanti. Tra una settimana, il Napoli giocherà contro la Juventus, e poi lentamente inizieranno i preparativi per le partite di Champions League con il Barcellona”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy