Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

L’urlo di battaglia da Firenze: “Giochiamocela a viso aperto contro il Napoli!”

UDINE, ITALY - SEPTEMBER 26: Dusan Vlahovic of ACF Fiorentina  celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Udinese Calcio and ACF Fiorentina at Dacia Arena on September 26, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L'urlo di battaglia da Firenze

Giovanni Ibello

I colleghi di Firenzeviola parlano del match (che ormai è già iniziato) tra Fiorentina e Napoli. In casa viola c'è grande convinzione in vista di un confronto cruciale tanto per i toscani quanto per gli azzurri (che vogliono mantenere il primato in classifica). Ecco un estratto evidenziato dalla nostra redazione:

"Giochiamocela. A viso aperto, col sorriso sulle labbra e con le stesse armi che ci stanno portando a credere che la Fiorentina sia finalmente sulla strada giusta. Dopo l’Inter, arriva il Napoli. Una squadra fortissima, a punteggio pieno, attrezzata per vincere lo scudetto e resa ancora più completa dalla guida di un allenatore tra i migliori in assoluto e da un attaccante di livello mondiale, con quel guizzo da pantera e il fisico imponente, fermato l’anno scorso da mille intoppi, ma quest’anno, indiscutibilmente, tra i migliori giocatori del campionato.

Da Firenze: giochiamocela ad armi pari contro il Napoli!

 (Getty Images)

Gli azzurri viaggiano a mille, hanno una rosa ampia e piena di talento. Insigne, Lozano, Politano, la classe di Fabian, i muscoli di Anguissa e di Koulibaly, più quelli del già citato Osimhen: lo scivolone in Europa League non tragga in inganno, sarà un esame tostissimo, il calendario di questo inizio stagione d’altra parte non concede tregua. Questa però è una Fiorentina No Limits, una squadra che sa cosa fare e come ottenere ciò che vuole. Magari potrà non riuscirci, ma non per questo è disposta a cambiare pelle, a scalfire quella che in poche settimane è diventata una mentalità nuova, una linea da seguire per tornare tra le gradi. Aggressività, compattezza, contrattacchi, difesa alta e ritmi indiavolati. I viola proveranno a vincerla così, perché non c’è niente che possa far cambiare idea a Italiano e in fondo è giusto così".