Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Di Lorenzo, l’agente: “Il Napoli ha fatto un affare e non se ne priverà mai”

NAPLES, ITALY - NOVEMBER 07: Giovanni Di Lorenzo of SSC Napoli celebrates after scoring their side's first goal during the Serie A match between SSC Napoli v Hellas Verona FC at Stadio Diego Armando Maradona on November 07, 2021 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Le parole dell'agente Mario Giuffredi

Giovanni Montuori

A Radio Marte, nel corso della trasmissione "Si gonfia la rete", è intervenuto Mario Giuffredi, agente tra i tanti di Di Lorenzo, che ha parlato del terzino del Napoli e del suo futuro.

Di Lorenzo, parla l'agente

Le parole di Giuffredi:

"Giovanni ha un rendimento elevatissimo, mi sembra che più giochi e meno si stanchi. Ha un fattore un po' anormale, generalmente quando si gioca un certo numero di partite ogni tanto un po' di fatica arriva. Lui va al contrario: più gioca e meno è stanco. Abbiamo parlato un po' della partita, giocare contro il Verona non è mai facile: se non giochi al massimo della condizione è difficile vincere, anche perché ha ottime individualità e organizzazione. Il pareggio di ieri è importante, anche perché se il Verona non avesse subito 3 rimonte sarebbe in piena zona Champions League.

Penso che per un calciatore giocare sia sempre la cosa più piacevole. Chi fa questo lavoro viene reso felice solo dal fatto di giocare le partite. Normale che nelle grandi squadre bisogna avere un attimo per rifiatare. Juan Jesus ha dimostrato di essere un difensore affidabilissimo, non ha sbagliato una virgola e anche da terzino sinistro, acquisto azzeccatissimo. Zanoli quando entra fa percepire di essere importante e di avere qualità. Ci sono anche Malcuit e Ghoulam infortunati ma i ricambi ci sono. L'algerino resta un giocatore che può dare ancora un suo contributo. Sono giocatori di livello altissimo che però hanno subito delle problematiche.

Di Lorenzo anche con Ancelotti e Gattuso non veniva sostituito, ha sempre giocato lì anche quando c'era Hysaj come ricambio, che veniva spesso schierato a sinistra. Credo che sia una scelta dell'allenatore e che non dipenda dai ricambi. Quando i giocatori fanno benissimo l'allenatore continua su quella scia: perché togliere qualcuno che sta facendo benissimo? Di solito si fa rifiatare quando si è in difficoltà.

Quante squadre mi hanno chiesto notizie su Di Lorenzo? Poche, tutti sapevano che Di Lorenzo era incedibile. Le possibilità di portarlo via erano minime. Normale che se Di Lorenzo fosse sul mercato arriverebbero 5-6 squadre ma si sa che ora è inamovibile, il club non se ne priverà mai. Il Napoli ha fatto un grande affare.

Politano? Ho letto dei voti secondo me non corretti. Credo abbia dato fiammate importanti, anche il palo di Osimhen sarebbe stato suo assist. La prestazione viene giudicata non di altissimo livello solo perché ha qualità altissime e quindi che possa giocare sempre da 7 o da 8. Anche ieri però ha fatto giocate importanti. Credo che abbia fatto una gara sicuramente sufficiente, forse per i giornalisti non basta ma questo deve far piacere perché pubblico e addetti ai lavori ha una grande considerazione.

Se si prova a giocare ottimizzando Osimhen ovviamente pagano un po' gli esterni, non mi sembra che i suoi colleghi abbiano fatto prestazioni superiori. Giocare palla su Osimhen può mettere in difficoltà gli esterni, che però hanno fatto comunque partite importanti. Politano è entrato contro la Legia e la Fiorentina e ha fatto benissimo, così come altri. Ma in alcune partite bisogna adattarsi alle situazioni di gioco. Peraltro non tutti i giocatori reagiscono come Di Lorenzo dal punto di vista della fatica".