Chiariello ribadisce: “Ce l’ho con i tifosi ignoranti, se il Napoli avesse venduto Allan e Koulibaly…”

Chiariello ribadisce: “Ce l’ho con i tifosi ignoranti, se il Napoli avesse venduto Allan e Koulibaly…”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1
Chiariello

Umberto Chiariello è tornato sulla vittoria europea dell’Atalanta ai microfoni di Radio Punto Nuovo in occasione del suo EditoNuovo. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“E’ sulla bocca di tutti il miracolo della Dea. Quando ci sono conoscenze ed organizzazione, investimenti, non si può più parlare di miracolo. L’Atalanta è un esempio da seguire, ma non è il target del Napoli, è da seguire per la capacità di fare calcio con i conti a posto. L’Atalanta è quella con il fatturato più basso negli ottavi di finale di Champions League, meno della metà di tutte le altre eppure non ci mette molto a dare quattro palloni al Valencia. I soldi nel calcio sono quasi tutto, a volte con organizzazione, intuizione e talento, si va oltre al denaro e si ottiene che i Davide battono i Golia“.

Chiariello: “Per colpa di certi tifosi, i presidenti…”

“Mi scrivono ‘Mi è sinceramente dispiaciuto che anche lei si sia accodato al gioco al massacro di una piazza che, sulla figura di De Laurentiis, si sta spaccando sempre di più’, non è così. Ieri mi sono scagliato contro i tifosotti, non i tifosi critici, ovvero i tifosi/poco accorti o meno edotti: quelli ignoranti. Quelli che non capiscono nulla di gestione aziendale, di come si gestisce un club moderno, non si rendono conto che è cambiato tutto. Oggi per colpa loro, spesso e volentieri, le presidenze non possono operare liberamente”.

Se il Napoli avesse venduto Koulibaly e Allan…

Koulibaly, le parole di Collovati
Koulibaly (Photo by Getty Images)

“Se il Napoli avesse venduto Koulibaly e Allan l’estate scorsa perché vogliono andare altrove, perché è giusto monetizzarli, succede di tutto: a Bergamo questo non accade. Il Napoli ha altre esigenze, fa parte di quelle squadre che sono i punti d’approdo per i grandi calciatori. Mi sono scagliato contro tutti quelli che gridano al Pappone quando non sono intelligenti a tal punto da capire che ha delle capacità enormi così come limiti enormi. Qualcuno può essere d’accordo, qualcun’altro no, ma è comunque rispettabile. Ciò che non è rispettabile è l’ignoranza del tifoso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy