Zeman: “Non chiedo scusa all’Atalanta, volevo parlarne bene”

Zeman: “Non chiedo scusa all’Atalanta, volevo parlarne bene”

di Francesco Melluccio
Zeman

Zdenek Zeman, ex allenatore di diverse squadre in Serie A, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli nel corso della trasmissione “Radio Goal“. Il boemo ha risposto alle accuse dell’Atalanta dopo “l’equivoco” per quanto riguardava la corsa degli atleti della squadra bergamasca. Zeman, infatti, aveva elogiato le doti di questi ultimi, senza malizia. Secondo la dirigenza atalantina, invece, quelle dichiarazioni non erano consone.

LE PAROLE DI ZDENEK ZEMAN

Zeman
 

Queste le parole dell’allenatore Zdenek Zeman: “Le mie parole sono state completamente equivocate. Non ho attaccato gli orobici, tutto il contrario. Ho notizie importanti sugli allenamenti dell’Atalanta, mi è stato detto che i nerazzurri lavorano anche quando gli altri riposano. Io ho difeso la Dea: ho detto che pur avendo vissuto la situazione drammatica del Coronavirus la squadra è riuscita a presentarsi in ottima forma per la ripresa della Serie A. Non devo chiedere scusa a nessuno perché ho solo parlato bene dei bergamaschi”.

SUL NAPOLI INVECE

Infine, il tecnico boemo, si sofferma sul Napoli di Gennaro Gattuso, che sta facendo molto bene: “Gli azzurri stanno facendo bene, a Gattuso va dato il merito di aver ricompattato l’ambiente. L’Atalanta è un avversario difficile per i partenopei, speriamo di vedere una bella partita, con tanti gol. Entrambe le formazioni giocano bene, possono fare strada anche in Champions League. Qualche anno fa io avrei salvato il Napoli (che poi sarebbe retrocesso, guidato da Mondonico) Con me non sarebbe retrocesso. Nella mia ultima partita, quella di Perugia, ce l’hanno rubata. Non c’era il rigore per gli umbri”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy