SPAL, Mattioli: “In caso di retrocessione senza giocare, siamo pronti a fare ricorso”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
SPAL, le parole di Mattioli

La possibilità di non ripartire in questa stagione rischia di gettare nello sconforto numerose realtà calcistiche della Serie A. In particolare quelle squadre presente in zona retrocessione come il Brescia, il Genoa ed il Lecce, ma non solo. Tra queste vi è anche la SPAL il cui presidente, Walter Mattioli ha reso nota la propria posizione. Di seguito le dichiarazioni rilasciate in una conferenza stampa congiunta con patron Simone Colombarini. 

SPAL, Parla Mattioli

SPAL, le parole di Mattioli

Ripresa? Noi siamo pronti, anche se aspettiamo ancora qualche notizia. I giocatori si stanno preparando autonomamente a casa e quando riapriremo il centro faremo le visite mediche necessarie ai ragazzi. In questo momento non abbiamo i tamponi perché servono ancora a medici e persone ammalate ma già in settimana comincerà a muoversi qualcosa.  Se ci saranno le garanzie si partirà. In quel caso andremo in ritiro in un hotel isolato della città nel caso. 

Chiusura del campionato? Abbiamo fatto centinaia di ore di videoconferenza ma ci sono diversi scenari usciti sui giornali che non sono mai stati discussi. E’ logico che brucia se ti dicono che sei penultimo e devi retrocedere senza poter giocare. In questo caso siamo a pronti per tutti i ricorsi possibili. Noi siamo pronti a giocarcela fino in fondo, crediamo di potercela fare. Se ci fossero le condizioni ci stiamo. Ci dispiace solo di non poter avere i nostri tifosi al seguito. 

Petagna? Adesso è un giocatore in prestito alla SPAL dal Napoli. Con lui si farà come con qualsiasi altro giocatore che gioca in prestito con un contratto fino al 30 giugno 2020″.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’OPINIONE DEI CALCIATORI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy