Serie A, i risultati delle gare delle 18: derby al Milan, dominio Sampdoria

di Francesco Melluccio
Obrahimovic

Sono appena terminate le partite delle 18 di Serie A, valide per la quarta giornata. Si è giocato a Milano il derby tra Milan ed Inter, mentre e Genova il bel match tra Sampdoria e Lazio. I  blucerchiati hanno dominato il campo, chiudendo ogni possibile occasione da gol alla Lazio. La gara è terminata 3-0, grazie ai gol di QuagliarellaAugello ed il giovane Damsgaard. Rossoneri invece che vincono 2-1 grazie alla doppietta di Ibrahimovic. Risultato accorciato da Romelu Lukaku, migliore in campo per l’Inter, che però non troverà mai il 2-2.

SERIE A: I RISULTATI DELLE GARE DELLE 18

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Partiamo dal derby di Milano. Un solo protagonista in campo: l’eterno Zlatan Ibrahimovic. Rigore guadagnato e segnato, dopo la prima parata di Handanovic. Non saranno contentissimi i fantallenatori dato il +3 -3. Ma lo svedese si fa perdonare totalmente pochi minuti dopo: grandissima palla di Rafael Leao e rigore in movimento per il numero 11: è 2-0 Milan. L’Inter si sveglia tardi ma trova il gol con Romelu Lukaku, che accorcia le distanze. Grande cross di Perisic che nonostante l’assist risulta come uno dei peggiori in campo. Da segnare, all’ultimo secondo del primo tempo, un grande colpo di testa di Lukaku che finisce al lato di qualche centimetro. E’ il derby delle due punte. Ci proverà ancora l’Inter, diverse volte, prima con Hakimi e poi con Lukaku. Giallo al 70′ per un rigore non concesso all’Inter, seguito da proteste molto accese di Conte e di tutto lo staff nerazzurro. Nulla da fare, la partita terminerà con la vittoria per i rossoneri, che tornano a vincere un derby dopo 4 anni.

A Genova invece solo una squadra in campo, ed è quella di casa. Man of the match Tommaso Augello, che non era partito benissimo, ma poi si è fatto perdonare e come. Prima l’assist per Fabio Quagliarella e poi il grandissimo gol da fuori area. La Lazio, orfana di Ciro Immobile, è assente. Augello ha commentato così il gol all’half time: “E’ bellissimo segnare in Serie A. Dobbiamo proseguire così nel secondo tempo, il gol è dedicato a mio padre”. Nel secondo tempo nessuna occasione incredibile, da segnalare solo il gol del giovane appena arrivato Damsgaard. Verre recupera un pallone lasciato vagante da Patric e serve a rimorchio l’accorrente Damsgaard che calcia con potenza insaccando nella porta di Strakosha.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy