Juventus-Milan, le formazioni ufficiali: Sarri sceglie Higuain, Pioli punta su Piatek

Juventus-Milan, le formazioni ufficiali: Sarri sceglie Higuain, Pioli punta su Piatek

Sarri e Pioli hanno scelto gli undici che inizieranno Juventus-Milan

di Salvatore Amoroso, @sonosal_amoroso

Juventus-Milan sarà la gara che chiuderà il dodicesimo turno di Serie A. Sarri e Pioli hanno sciolto gli ultimi dubbi e non sono mancate scelte a sorpresa.

JUVENTUS-MILAN, LE FORMAZIONI UFFICIALI

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Rugani, de Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Ronaldo, Higuain. Allenatore: Sarri.

Milan (4-3-3): Donnarumma G; Conti, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Paquetà, Bennacer, Krunic; Suso, Piatek, Calhanoglu. Allenatore: Pioli.

ARBITRO: Maresca

Dopo la vittoria dell’Inter ai danni del Verona la Juventus è chiamata a rispondere presente nel posticipo della 12esima giornata di Serie A. Allo Stadium arriverà un Milan che cerca un risultato importante in modo da poter dare una svolta definitiva alla stagione. Il rendimento, dall’approdo di Pioli, è stato troppo altalenante. Un pareggio, una vittoria e due sconfitte per i rossoneri. I bianconeri, invece, sono reduci da tre vittorie consecutive tra campionato e Champions League e proveranno a mantenere l’imbattibilità in campionato.

Serie A – I risultati delle 15

LAZIO-LECCE 4-2: all’Olimpico, i ragazzi di Simone Inzaghi guadagnano altri tre punti dopo una partita ricca di emozioni e gol. L’ha aperta Joaquin Correa, con un destro chirurgico all’angolino dopo 30′ ma Lapadula pareggia al termine del primo tempo. La ripresa si apre con la Lazio che spinge alla ricerca del gol del vantaggio e al 62′ Milinkovic-Savic mette il sigillo sul match. Il serbo, poi, si guadagna il calcio di rigore del 3-1 di Ciro Immobile, ancora più capocannoniere ma poco prima Manganiello aveva annullato il gol del pari di Gianluca Lapadula, in offside dopo il rigore parato da Strakosha a Babacar. La partita la chiuderà, all’80’ Correa, autore di una doppietta. Sul finire Andre La Mantia trova il gol del 4-2.

UDINESE-SPAL 0-0: poche, invece, le emozioni alla Dacia Arena di Udine. La gara registra 8 ammoniti, a dimostrazione della poca spettacolarità e della volontà di non subire da entrambe le squadre. La squadra di Semplici avrebbe l’opportunità di vincere sul gong, con il calcio di rigore di Petagna, parato da Musso.

SAMPDORIA-ATALANTA 0-0: al Marassi non si sblocca mai il match tra due squadra che cercano la vittoria ma non con la giusta convinzione. Sono certamente gli uomini di Gasperini ad essere più pericolosi ma mai incisivi e decisivi. Alla fine la Dea resta anche in 10 a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Ruslan Malinovskyi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy