Bucchioni su Juventus-Fiorentina: “Sudditanza psicologica di un arbitro che vuol fare carriera…”

Bucchioni su Juventus-Fiorentina: “Sudditanza psicologica di un arbitro che vuol fare carriera…”

di Sabrina Uccello

Giornata di polemiche in Serie A dopo i due rigori che hanno indirizzato il risultato finale di Juventus-Fiorentina. Episodi discutibili, che hanno fatto scatenare il patron Commisso. Il presidente della Viola, infatti, è intervenuto nel post-match accusando la direzione arbitrale di aver favorito gli avversari.

Un tema da sempre caldo e scottante in Italia e che quindi ha aperto la via a commenti e divisioni. In particolare l’episodio Ceccherini-Bentancur e il contatto tra i due ha sconcertato per la decisione arbitrale.

“Oggi le partite in Serie A vengono decise dagli arbitri. La Juventus non ha bisogno degli aiuti degli arbitri, la partita deve essere vinta in campo, non grazie ai regali in campo. Il calcio italiano è visto in tutto il mondo, certe cose disgustano le persone, come sono disgustato io”, queste alcune delle affermazioni di Commisso.

Bucchioni su Juventus-Fiorentina

Sugli episodi odierni è intervenuto tramite Twitter anche il collega Enzo Bucchioni: “Commisso ha ragione a lamentarsi, il secondo rigore non c’era. A Pasqua l’ha detto pure un collega esperto come Calvarese al Var. Se non ha cambiato idea trattasi di evidente sudditanza psicologica di un giovane arbitro che vuol fare carriera…Peccato…”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SUL PROFILO TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy