FIGC, Gravina: “Vogliamo salvare il campionato, danni economici importanti. Sul taglio degli stipendi…”

di Sabrina Uccello
Gravina juve napoli

Gabriele Gravina, presidente FIGC, ha parlato a Radio Sportiva del piano che si ha in mente di attuare nel calcio in un momento così complicato: “Noi vogliamo riprendere la stagione, abbiamo già tracciato uno scenario. Non ci sono date oggi, perché ogni cosa potrebbe essere smentita dai fatti. Ma abbiamo la certezza di dover salvare in tutti i modi il campionato, senza compromettere il prossimo. Avremo gli Europei e altri impegni delle nazionali e non possiamo pensare di cominciare il 2020-2021 oltre metà di agosto, quindi dobbiamo andare a ritroso e oltre metà luglio diventa complicato ipotizzare di arrivare con questo campionato”.

Serie A, l'obiettivo di Gravina
Gravina, FIGC (Getty Images)

CLICCA QUI PER LEGGERE LE DICHIARAZIONI DI DYBALA

Campionato annullato

“Se non si dovesse riprendere a giocare, il consiglio federale avrebbe potere decisionale e lo eserciterà in modo equilibrato senza sottovalutare rischi di contenzioni, che non possiamo permetterci. La priorità è finire i campionati”.

Gravina sul taglio degli stipendi

“Sono state avviate diverse iniziative. Ci sono delle proposte e stiamo cercando di mediare. Non possiamo fingere che il calcio non stia subendo danni economici, come ogni industria del paese. Il tema del costo del lavoro va posto senza mortificare nessuno ma ricorrendo a delle ipotesi di sospensione o riduzioni degli stipendi.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy