Diritti tv, distanza tra Lega calcio ed emittenti televisive: la situazione

Diritti tv, distanza tra Lega calcio ed emittenti televisive: la situazione

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Diritti TV, lo scontro

I risvolti negativi del Coronavirus ricadono non solo sul calcio giocato ma anche sul profilo economico. Non solo per i mancati guadagni al botteghino o alle mancate sponsorizzazioni. In particolare gli effetti potrebbero, infatti, ricadere anche sulla questione, ancora aperta, dei diritti tv. La situazione sarà affrontata nel dettaglio in occasione della riunione della Lega in programma mercoledì prossimo. Intanto, però, cominciano a filtrare le prime sensazioni sempre più negative.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SULLA RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI

La situazione

Diritti TV, lo scontro

Secondo quanto riferisce l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, le parti in giocano rischiano di dover agire per vie legali. Sul tavolo le richieste di Sky, Dazn e Img in merito ai diritti tv per la presente e travagliata stagione calcistica. Le emittenti televisivi hanno, infatti, richiesto uno sconto sulla sesta rata dei diritti tv, dal valore di 233 milioni, che non è ancora stata versata alla Lega calcio. Lo sconto richiesto è pari a 120 milioni di euro in caso di ripartenza ritardata mentre, in caso di stop definitivo, invece, lo sconto chiesto è pari al doppio. Una decisione presa basandosi sul modello tedesco ma che non piace ai club di Lega che si preparano quindi a fare un lavoro di resistenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy