CONI, Malagò: “No alla chiusura dello sport, altrimenti non resteremo in silenzio”

di Mattia Fele
Coni Malagò tifosi stadi

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha parlato all’ANSA. Focus del suo intervento la possibile sospensione definitiva del campionato di Serie A a causa del Coronavirus. Questa possibilità è collegata al nuovo DPCM del Governo che darà nuove misure restrittive per combattere il contagio in Italia.

LEGGI QUI L’ANALISI DI CN1926 SUL CAMPIONATO DEL NAPOLI

Le parole di Malagò

Coni Malagò tifosi stadi
Malagò, CONI (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Fonte: Ansa

“Nessuna decisione avventata sullo sport. L’eventualità, paventata, di chiusura di tutti i campionati e le attività organizzate dall’associazionismo sportivo va in contrasto con i protocolli approvati dal Cts d’intesa col Ministero. Ho il dovere di sottolinearlo ancora una volta: bisogna essere cauti a prendere provvedimenti che non risolvono i problemi del contagio ma aggravano quelli di un settore come lo sport già pesantemente penalizzato dalla pandemia. Il CONI è a disposizione di chi è preposto alle decisioni ma, a tutela di chi finora ha rispettato tutte le prescrizioni di legge, non resterà in silenzio di fronte a soluzioni che condurrebbero il nostro mondo ad una fine inesorabile. La bozza di testo su cui il Ministero dello sport ci ha chiesto un parere preventivo è perfettamente equilibrata. Auspico possa entrare nel Dpcm così come è stata pensata”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER CLICCANDO QUI 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy