Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Lega, Dal Pino: “Assurdo che i cinema siano al 100% e gli stadi al 75%”

(Getty Images)

"Non è possibile vedere i cinema aperti al 100% e gli stadi al 75%" - così esordisce il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino

Claudia Vivenzio

Il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni ai microfoni de “La politica nel pallone” su Gr Parlamento.

Dal Pino: "Assurdo avere il 100% nei cinema e il 75% negli stadi"

 (Getty Images)

Di seguito l'intervista del presidente Dal Pino:

Non è possibile vedere nei cinema al chiuso il 100% del pubblico e negli stadi avere solo il 75%. Non capisco perché un settore come il nostro, che è una industria che ha un fatturato diretto di circa 5 milardi, rappresenta il 12% del PIL calcistico mondiale, ha impatto indiretto sul PIL importante e una contribuzione fiscale e previdenziale da 1 milardo, sembra non visto. Non abbiamo mai chiesto aiuti, mai parlato di ristori. Abbiamo perso 1,2 miliardi per la pandemia, mai detto ridateci i soldi. Ma abbiamo subito un danno importante per non aver potuto fatturare gli ingressi”.

Sul derby Milan-Inter

È stato un grande spot, una partita bellissima. Peccato non avere il 100% del pubblico presente, così come per Italia-Svizzera, una gara fondamentale per la qualificazione al Mondiale. La partita di ieri avrebbe potuto fare un milione e mezzo in più se lo stadio fosse stato pieno, così come per le partite di Champions e le gare di cartello. Poi i tifosi non devono stupirsi se le nostre squadre sono costrette a vendere giocatori per competere”.

Sulla SuperLega

"Ho una posizione, che è condivisa anche diffusamente, di contrarietà ad ogni competizione che non preveda il merito sportivo. La mia speranza è sempre che le tre squadre, rientrino e si ricompongano tutti i problemi che ci sono stati. Credo sia stato un grido dolore ma deve restare tale, non deve essere una guerra a livello giudiziario, deve essere momento di riflessione in cui tutti le parte capiscano che la sostenibilità del calcio dipenda anche dalle grandi squadre, che devono avere sostenibilità a medio-lungo periodo, quindi si devono prevedere competizioni che consentano di generare risorse che siano redistribuite efficacemente”.

Sulla Supercoppa

“L’amministratore delegato De Siervo è stato in Arabia Saudita la settimana scorsa, in questo momento le alternative sono giocare a Milano o in Arabia Saudita. Questa settimana avremo un Consiglio di Amministrazione e dovremo prendere una decisione finale. Sapremo dopo giovedì”.